Cerca

Nuove regole sui garage

Novità per chi possiede box-auto: sarà possibile venderli indipendentemente dall'appartamente cui è collegato

Nuove regole sui garage

Novità anche per chi possiede un garage che nelle città in cui parcheggiare è un'impresa più difficile della scalata dell'Everest è una vera e propria risorsa. Chi ha un box di pertinenza potrà venderlo indipendentemente dall'immobile purché il box diventi "servente" di un altro immobile o abitazione. L'articolo 11 del decreto consentirà insomma la cedibilità del posto auto indipendentemente dall'appartamento cui è abitualmente collegato. In questo modo si movimenterà molto il mercato dei box e dei garagem dando la possibilità ai proprietari, per esempio le persone anziane che non guidano, di poter vendere un bene e far cassa. L'effetto collaterale sarà quello di contribuire a ridurre il problema della congestione dei parcheggi. Ma lo scopo del governo Monti è soprattutto quello di dare ai proprietari di "liberarsi" di un bene inutilizzato anche se collegato a un immobile che invece non si vuole vendere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • IuniusBrutus

    27 Gennaio 2012 - 13:01

    Il garage è censito separatamente dall'abitazione, da decenni, come autonoma unità immobiliare con propria rendita. Le pertinenze possono essere vendute separatamente dal bene principale... dai tempi del codice civile del 1942. Piuttosto, perché il governo degli speculatori non obbliga a rimettere in uso condominiale tutte le aree di parcheggio via via sottratte con sentenze devastanti della cassazione? Tre quarti delle superfici a parcheggio, previste prima dalla "legge ponte" (un metro quadrato ogni venti metri cubi di costruzione) e poi dalla legge Tonioli (un metro quadrato ogni DIECI metri cubi di costruzione), sono state sottratte al loro scopo, per far arricchire i palazzinari speculatori. Esproprio e vendita ai proprietari di appartamenti senza posto auto. E poi, per sempre, ogni appartamento deve avere un posto auto di pertinenza INSEPARABILE. Se al proprietario non serve, lo da in locazione. Ma sarebbe scelta troppo utile alla convivenza civile....!

    Report

    Rispondi

  • libero

    27 Gennaio 2012 - 12:12

    questo non e' un governo,e' la quintessenza dell'ongegno cosmico inconcepibile a memoria d'uomo e che fara' bella mostra di se' sui piu' importanti testi di economia e di diritto eper l'eternita',sara' il faro guida per tutti gli studiosi ad eterna memoria del genio bocconiano. Va da se' che 25.000 euro mensili,sono ben pocacosa per per tali colonne della scoenza eche con la richiesta di una piu' adeguata remunerazione,lo si candidi al premioNobel e a tutti i riconoscimnti internazionali,che merita.Probabilmente il beneamato presidente del consiglio,potra' cosi' dichiarare che con questo ultimo epocale provvedimento,il paese e' definitivamente fuori crisi;il pil in crescita del 40%,sviluppo ed occupazione in crescita vertiginosa coòmagnum gaudio di tutti i lavoratori,pensionati,piccoli proprieari,camionisti,tassisti,esercenti.liberi professionisti sino all'ultima bocciofila. Grazie Monti e pwnsare che prima nr avevamo tre!

    Report

    Rispondi

  • Ame4Deo

    27 Gennaio 2012 - 12:12

    ma perchè oggi un anziano che non lo usa non è che magari lo affitta?!?! Non c'è bisogno mica dell'alienazione del bene (e relativo onere notarile) per lasciarne l'usufrutto ad un'altra persona...sono basito.

    Report

    Rispondi

  • svangsta

    27 Gennaio 2012 - 10:10

    Che cervelloni, che grande riforma , ci voleva propio il governo monti!!!!!!!!! Fanno pena, il peggio del peggio.!!!!!Berlusconi continua con Monti, Bersani e Casini e poi vedrai che tonfo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog