Cerca

Vuole far tornare lei a Napoli s'inventa sequestro a Trento

A Trento una storia degna del film "Benvenuti al Nord". Ventenne campano denunciato per simulazione di reato

Vuole far tornare lei a Napoli s'inventa sequestro a Trento

 

 

Si dice a volte che la realtà supera la fantasia o quello che si vede nei film. Come la storia capitata a Trento, degna della pellicola "Benvenuti al Nord" che sta spopolando nelle sale proprio in questi giorni. Un ventenne napoletano nostalgico del Golfo e del Vesuvio, per convincere la fidanzata che Trento non è una città sicura e che quindi sarebbe stato meglio tornare nel luogo d'origine, ha denunciato ai carabinieri di essere stato sequestrato e rapinato da una banda di malviventi albanesi.

 

Il giovane napoletano, alloggiato da due settimane presso parenti in un paese del Basso Sarca, si è presentato ai carabinieri di Riva del Garda raccontando di essersi recato a Trento per il suo primo giorno di lavoro da barista e, una volta arrivato alla stazione dei pullman, di essere stato caricato a forza su un'auto e trasportato nei pressi del fiume Adige. Qui ha detto di essere stato rapinato del cellulare dopo essere stato anche picchiato da tre albanesi. Il racconto non ha però convinto i carabinieri. Messo alle strette, il ragazzo ha confessato tutto: le lesioni se l'era procurate da solo, così come aveva distrutto i propri occhiali da vista, strappato il giubbotto e gettato nel fiume il cellulare. Il motivo di tutta questa messinscena? Convincere la fidanzata che il Trentino è una zona invivibile e che era meglio tornare in Campania. La ragazza, al contrario, afferma che al nord si trova bene. Alla fine ha rimediato una denuncia per simulazione di reato.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    28 Gennaio 2012 - 10:10

    di un incivile nordista che sarebbero da querela e che sta come un falco sugli articoli che riguardano il SUD per offendere ,sempre per primo e MA COME si permette,in certi modi? ma COME SI PERMETTE?di dire che uno si venderebbe la madre, DIMOSTRANDO solo lo squallore che è LUI e QUANDO dovreste per decenza e GIUSTA lezione,non pubblicargli CERTI parti mentali aberranti? E se NORD OFFENDE, SUD RISPONDE!!!!!!! glielo permettete,al sud?colla precisazione che TRA PARENTESI,vedendo da chi partono,certe offese,ci si può anche fregare,avendo dato le giuste risposte dovute,di quello che questo individuo disdoro del Nord ,dice!!!

    Report

    Rispondi

  • roda41

    28 Gennaio 2012 - 09:09

    a una persona,che non conosce e che provoca continuamente,con folli nordismi accusatori,per cui gli vengono contestati civilmente al contrario di lui,COME SI PERMETTE di dire che che si VENDEREBBE LA MAMMA?,MA COME OSA E SI PERMETTE?senza dignità chi,se non lui MA COME SI PERMETTE,QUESTO FANATICO,che ha veramente rotto e come glielo permettete voi,DIMOSTRANDO solo QUELLO CUI ARRIVA UN NORDISTA,mostrando solo la persona che è e screditando solo se stesso,?'.DOPO AVER RISPOSTO,per dovere,a simili evidenti sindromi ossessivo-compulsive,MA CHI SE NE FREGA in effetti,di quello che una persona simile può dire?tra parentesi sempre provocando per primo ,come un falco a criticare il Sud,poi offendendo chi difende da accuse gratutite e fanatiche il Sud,ci ha rotto davvero!!!!LUI!!!!

    Report

    Rispondi

  • roda41

    28 Gennaio 2012 - 09:09

    dei campi Rom e,di dove era e che le è sucesso?

    Report

    Rispondi

  • roda41

    28 Gennaio 2012 - 09:09

    pubblicate almeno le risposte a squallide provocazioni di cui in fondo,ci si FREGA,vedendo da chi partono,ma che vanno messe in riga.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog