Cerca

Decreto semplificazioni: Vacanze low cost per anziani

Nella bozza "pacchetti turistici scontati" per le fasce più deboli e agevolazioni a imprenditori del Sud. Dai beni della mafia soldi per resort

Decreto semplificazioni: Vacanze low cost per anziani

Gli immobili confiscati alla mafia diventeranno resort turistici mentre ci saranno vacanze low cost per giovani, anziani e disabili. Sono due dei sessantasette articoli spalmati in 79 pagine della bozza sulle semplificazioni all'esame del consiglio dei ministri.

Mafia - "I beni immobili sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata che hanno caratteristiche tali da consentirne un uso agevole per scopi turistici - si legge nella bozza - possono essere dati in concessione a cooperative di giovani di età non superiore a 35 anni".

Vacanze
- Un'altra misura che va incontro ai giovani, ma non solo, è quella prevista dall'articolo 62 della bozza, in cui si parla di "promozione di forme di turismo accessibile, mediante accordi con i principali vettori operanti nei territori interessati attraverso pacchetti agevolati per i giovani, gli anziani e i soggetti portatori di disabilità". 

Banda larga - Più connessioni a banda larga per cittadini e imprese nell'uso di servizi digitali per promuovere la crescita di capacità industriali a sostegno di sviluppo di prodotti e servizi innovativi.

Scuole - Corposo il capitolo scuola, con un piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici esistenti e di costruzione di nuovi edifici "al fine di assicurare il tempestivo avvio di interventi prioritari e immediatamente realizzabili". Più in generale, la bozza del decreto prevede che il Cipe, su proposta del Ministro dell'istruzione di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministro dell'economia e delle finanze, approvi un Piano nazionale di edilizia scolastica. La proposta di Piano è trasmessa alla Conferenza unificata entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto e il Piano è approvato entro i successivi 60 giorni. Tuttavia, nelle more della definizione e approvazione del Piano, "al fine di assicurare il tempestivo avvio di interventi prioritari e immediatamente realizzabili di edilizia scolastica", il Cipe, sempre su proposta del Ministro dell'istruzione di concerto con il Ministro delle infrastrutture, approvi "un Piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici esistenti e di costruzione di nuovi edifici scolastici, anche favorendo interventi diretti al risparmio energetico e all'eliminazione delle locazioni a carattere oneroso".

Inps - Da maggio tutti i versamenti nei confronti dell'Inps dovranno essere fatti con strumento di pagamento elettronici.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    27 Gennaio 2012 - 17:05

    non saremo in molti a sentire la tua mancanza

    Report

    Rispondi

  • Boom

    27 Gennaio 2012 - 16:04

    caspita che bello! stò saltando dalla gioia. accidenti. vacanze gratis a tutti. per dimenticare questo paese. accipicchia, ecco come aumenta il pil del 11%, con le coop agli under 35 sui beni (immobili) confiscati e con la costruzione di nuove scuole (non le case per la gente, nooo?!) bene. altri costi. e poi chi li paga? haaa ecco perchè hanno aumentato le tasse su tutto. per i professori nelle scuole, per i loro figli e nonni che andranno in vacanza gratis e qualche amico del sud (forse per azzittire le proteste hanno invitato anche i trasportatori dei forconi?). io vi dò 6 mesi, se non migliorate le condizioni in maniera seria ed oggettiva me ne vado da questo paese. (ma cambio anche cittadinanza a costo di comprarla)

    Report

    Rispondi

  • encol1

    27 Gennaio 2012 - 16:04

    Tutto bene ma gli Ordini Professionali che fine hanno fatto? Si vuole dare opportunità ai giovani ma, di fatto, non si permette loro, per esempio, di aprire uno studio medico. Questo succede quando le ASL territoriali stabiliscono Chi e Quanti medici devono esserci in un quartire o in un comune o in altre aree territoriali. Facciamo un esempio: in un quartiere di 3000 abitanti l'ASL territoriale assegna a due medici la qualifica di medico di base, perciò - quale giovane medico magari anche più bravo dei due titolari di ambulatorio andrà mai ad investire in uno studio come libero professionista ? Nessuno. Quindi liberalizzare significa aprire a tutti la possibilità di esercitare senza vincoli di alcun tipo. L'esempio, naturalmente, vale anche per molte altre professioni. Ciò significa non solo dare a tutti la piena libertà di esercizio ma dare al cittadino piena libertà di scelta, questa è democrazia, questa è libertà.

    Report

    Rispondi

blog