Cerca

No Tav in corteo a Torino: "Basta, blocchiamo tutto"

Migliaia in strada per protestare contro l'alta velocità. Gli anarchici chiedono la libertà per gli arrestati, c'è anche la Fiom

No Tav in corteo a Torino: "Basta, blocchiamo tutto"


Sono alcune migliaia le persone che stanno partecipando al corteo No Tav che sta percorrendo le vie del centro di Torino per protestare contro la costruzione della linea ad alta velocità Torino-Lione. Per ora non si segnalano incidenti, anche se la tensione per quanto accaduto in settimana, con gli arresti di alcuni estremisti, è palpabile. Nel corteo ci sono anche alcuni ragazzi di Milano con uno striscione: "Dalla Valsusa a Milano paura non ne abbiamo" e i nomi degli arrestati milanesi e un gruppo di anarchici in nero con uno striscione che recita: "Il tempo dell'attesa è finito. Blocchiamo tutto". La polizia sta monitorando l'intero percorso della manifestazione e i punti "a rischio" come le banche.

Anche la Fiom - In testa al corteo ci sono carriole con le 'macerie' del cantiere della Maddalena, filo spinato, pezzi di reti metalliche e di legno, bossoli di lacrimogeni. Dietro, tra centinaia di bandiere No Tav con il tradizionale treno crociato, lo striscione 'No tav, garanzia per il futuro'. Alla manifestazione partecipa anche la Fiom Torino con il segretario provinciale, Federico Bellono che sottolinea: "Tanto più in questo momento è importante ribadire il carattere popolare e democratico del movimenro No Tav e le ragioni mai tanto forti come oggi contro quest'opera".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • intollerante

    30 Gennaio 2012 - 09:09

    viviamo in un epoca dove i valori sono violenza e maria de filippi. Finchè avremo sindaci filo zingari, che alzano le tasse comunali per alimentare centri sociali e dare case a chi ruba e delinque, è giusto che esistano e proliferino i no tav. Gente che lancia molotov e sanpietrini agli agenti e poi "dimostra" contro gli arresti. Che insulta attori ( tipicamente di sx ) perchè per lavoro interpretano un poliziotto. Gli stessi poliziotti che per 1000 euro al mese ci difendono dai delinquenti che giudici di sx continuano a mettere in libertà. Finchè non capiremo che la repressione dura e decisa, sia contro la casta che contro questi elementi di nessuna utilità, è fondamentale, non usciremo da questo periodo buio. Ci vorrebbe.......ci vorrebbe.... no non s può dire perchè è un reato, a differenza di andare in giro a spaccare le vetrine che è uno strumento di libertà

    Report

    Rispondi

  • rob59

    29 Gennaio 2012 - 17:05

    Via Roma e via Po, due storiche e centrali vie di Torino completamente sporcate con scritte sui colonnati. Uno schifo !!! E noi paghiamo !!! Il leader Perino ha detto che i no tav non centrano nulla, addirittura ha detto che potrebbero essere stati provocatori di destra. E' incredibile, non c' entrano nulla con le violenze ma se arrestano i violenti li difendono. Ora basta, rovinano una città che sta cercando di uscire dalla crisi auto con investimenti su cultura e turismo. L'assessore si chiede: ora chi paga i danni ? Li faccia pagare agli organizzatori di queste buffonate. ORA BASTA

    Report

    Rispondi

  • migpao

    29 Gennaio 2012 - 13:01

    Saddam Hussein è stato fatto fuori, idem Bin Laden, stessa fine per Gheddafi... rimane solo Bashar Al Assad, chiediamo aiuto a lui fin che dura.

    Report

    Rispondi

  • annunziata

    29 Gennaio 2012 - 11:11

    se conta la maggioranza,in un paese democratico la minoranza deve allinearsi se non altro per reciprocità. Le maggioranze silenti o imbelli però é giusto che siano calpestate da pochi attivi e determinati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog