Cerca

Effetti della crisi: addio motel Gli italiani fanno sesso in auto

A Napoli le giovani coppie ripopolano parchi e vie deserte. Il motivo? Pochi soldi a causa dei morsi della crisi economica

Effetti della crisi: addio motel Gli italiani fanno sesso in auto

La crisi economica e la disoccupazione giovanile riportano in auge una vecchia tradizione delle coppiette napoletane, quella dell'amore in auto. A darne nota, il giornale inglese The Indipendent, che dedica un lungo articolo sull'argomento e racconta la sua genesi fino ai giorni nostri. La pratica iniziò negli anni '60, dopo la chiusura dei bordelli da parte del governo italiano. I giovani per porvi rimedio trovarono il loro nido d'amore dentro l'auto, unico spazio di intimità, lontano da occhi indiscreti. Negli anni '80 ormai la pratica era consolidata ma poi la paura di furti fece ripiegare i giovani nei più sicuri motel. Ora, ai tempi della crisi, con l'aumento della disoccupazione giovanile e il fatto che i due terzi dei giovani tra i 18 e i 34 anni sono costretti a rimanere a casa con i genitori, il sesso in macchina è risorto. I giovani napoletani, nonostante una recente sentenza della Cassazione preveda una pena fino a tre anni di galera per chi fa sesso in macchina senza oscurare i finestrini, hanno ricominciato ad affollare parchi e vie deserte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    19 Ottobre 2012 - 11:11

    Dici che adesso l'ex ragazza con cui andavi per abbracciarla ci vorrebbero 4 braccia...Ma perchè tu adesso pesi ancora 60 kg alla tua eta' ed hai un corpo tonico e scattante come allora? Se poi vuoi una ragazza come quella del 70...basta che paghi !

    Report

    Rispondi

  • roda41

    31 Gennaio 2012 - 00:12

    pure espresse volgarmente?

    Report

    Rispondi

  • roda41

    31 Gennaio 2012 - 00:12

    nelle vie deserte

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    30 Gennaio 2012 - 17:05

    avevo 20 ed ero ben armato.Una volta sulla moto avevo una slandrona in minigonna che poco prima aveva fatto tamponare un'auto al semaforo.Due cosce da sogno..Alta mora,con due cocomeri ed un paio di occhi azzurri da perdercisi dentro..Mica come adesso.Quando la strizzavo riuscivo a toccarmi i gomiti.Adesso per stringerla non basterebbero 4 braccia.Qualche Km piu' avanti fuori Alessandria iniziavano i campi di pannocce.E bastato solo che dicesse "Non è che mi porti in moto per poi venire a letto con me?"Mica ho perso tempo.Nel campo mi ci sono infilato con tutta la moto e lei appresso.La coperta c'era.Altro che Motel.Il profumo della campagna,dell'erba fresca e quel venticello di brezza sui corpi.Il sangue che ti saliva alla testa.....Madonna mia che bello....che ricordi.Potessi tornare indietro darei l'anima al diavolo.Riviverei 100.000.000. volte come minimo la mia vita...Turbolenta,alla fegato spappolato,ma libera e sopratutto senza impegni.As a good BLACK italian expresso at Venice

    Report

    Rispondi

blog