Cerca

Vietato pubblicare le foto di chi chiede la carità

La Corte di Cassazione accoglie il ricorso di una mendicante romena: "Onorabilità degli individui gravemente ferita"

Vietato pubblicare le foto di chi chiede la carità

Probabilmente, chi è costretto a chiedere l'elemosina in strada ha problemi ben più grossi del sentirsi additato dagli altri e quindi "ferito nella sua onorabilità. Ma la Cassazione non la pensa così. E con sentenza degna dell'azzeccagarbugli di manzoniana memoria, ha stabilito il divieto di pubblicare foto che ritraggano mendicanti, nelle quali la persona che chiede l'elemosina sia riconoscibile.

L'ha fatto dando ragione a una romena, tale Ciurar C., fotografata in una strada di Trento mentre chiedeva soldi ai passanti.  Il gip di Trento, il 31 gennaio 2011, aveva dichiarato il non   luogo a procedere "perchè il fatto non sussiste" nei confronti del direttore di un giornale di Trento e dell’autore dell’articolo, ritenendo non diffamatorio l'articolo e le foto, improntati a scoraggiare "fenomeni quali la prostituzione, il vandalismo e l’accattonaggio diffuso". La donna, però, si è rivolta all'alta corte, che le ha dato ragione. "La coscienza comune - spiega  la Quinta sezione penale - pone questi soggetti in uno dei gradini più bassi della cosiddetta scala sociale ed è allora naturale che   chi sia costretto dalla necessità a praticare la mendicità e venga   additato come tale si sentirà mortificato e gravemente ferito nella  sua onorabilità". 

La Cassazione fa notare che "quando per esigenze di cronaca si   mostrano immagini di persone in qualche modo coinvolte in fenomeni sui  quali grava un pesante giudizio negativo della collettività - al fine  di evitare che si crei un preciso collegamento tra un fenomeno   generale e una specifica e individuabile persona fisica ed evitare   quindi la conseguente e inutile carica di disdoro personale - si debba sgranare o comunque coprire il volto della persona ritratta per  renderla non identificabile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zanzaratigre

    zanzaratigre

    12 Gennaio 2015 - 17:05

    Certo che se ci sono sentenze di questo tipo vuol dire che siamo proprio arrivati alla frutta!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    02 Febbraio 2012 - 09:09

    Ho girato il mondo per 40 anni...ne ho viste di cotte e di crude,ma mai una decadenza così che ha avuto l'Italia nel giro di 20 anni.Barboni dappertutto,famiglie intere per strada,accattoni,negri....miseria generale diffusa,governi inefficienti.Furti nei supermercati in aumento,anziani che letteralmente muoiono di stenti.Suicidi ed alcoolismo in aumento droga,disoccupazione.In compenso abbiamo un mucchio di lotterie.Brutto il paese che affida alla speranza dei singoli le proprie aspettative di sopravvivenza...Ma terribile viverci. Cordialità.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    31 Gennaio 2012 - 20:08

    Abbiamo riempito il Paese di gentaccia arrogante, scroccona e spesso ladra, contro la quale non si può far nulla, di respingimenti ed espulsioni non se ne parli, per carità! Ora che hanno capito la nostra dabbenaggine, anche gli accattoni alzano la voce e pretendono. L'unico che non può parlare, non è protetto dalla feccia sbandata, deve pagare per tutti e subìre per una fantomatica e pelosa solidarietà IMPOSTA dal sistema è il cittadino/contribuente onesto. Che sistema di merda, fatemelo scrivere.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    31 Gennaio 2012 - 19:07

    e mi fa schifo vedere i fotografi e pubblicazioni che se ne fregano della povera gente e fanno i soldi andando in giro per il mondo sfuttando la povera gente che tanto non chiedera' mai i danni mentre loro (per lo piu' finti-furbi di sinistra) lucrano per effetti da "salotto". Queste sono persone e valgono le stesse regole e diritti alla privacy e immagine , come per tutti gli altri. Faccio il fotografo (di moda) e tutti i miei lavori sono autorizzati. E i diritti dei soggetti devono essere rispettati quando vengono ridicolizzati. I salotti di sinistra troveranno altre cose per divertirsi e sentirsi utili per finta. Perche' parliamoci chiaro, fare i soldi su questa povera gente e' da schifosi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog