Cerca

Il freddo polare gela l'Italia: treni, aerei e calcio in tilt

Temperature sotto zero e tanta neve al nord, cancellate tre partite in serie A. In Europa dell'est decine di morti congelati

Il freddo polare gela l'Italia: treni, aerei e calcio in tilt

Il maltempo fa un altro morto. Dopo l'anziana di Savona trovata senza vita la mattina del 31 gennaio, è morto anche un bimbo di un anno. Il piccolo è rimasto rimasto gravemente   ferito in un incidente stradale nel siracusano. L’auto guidata dalla   madre, ferita non gravemente, si è ribaltata mentre attraversava una   strada in cui si era creata una voragine a causa delle piogge  torrenziali. Il piccolo è rimasto imprigionato nell’abitacolo con la   madre. A Milano è in coma una donna dopo un incidente stradale.  Gravi problemi per la circolazione dei mezzi pesanti. A Bologna, da questa mattina, è chiuso l'aeroporto: la riapertura, fissata in un primo tempo per le 14.30 è stata posticipata alle 16.30. In Lombardia viaggia in ritardo un treno su quattro.

Temperature in calo Piove al Sud, quindi, ma è sul Nord che continua a nevicare. La regione più fredda nella notte tra martedì e mercoledì primo febbraio è stata il Piemonte, sotto lo zero in tutte le province con punte di -13 nel torinese e - 9 nel cuneese. A Torino la temperatura registrata dal centro metereologico dell'aeronautica militare alle 7.48 è stata di -6 gradi. Punte alla stessa ora di -18 al Plateau Rosa, a Paganella (-13), sul Monte Cimone (-12), a Passo Rolle (-11), a Dobbiaco e San Valentino alla Muta (-10). Meno nove a Treviso e sotto le zero anche a Milano dove si sono registrati -4 gradi. La temperatura sale nettamente al Centro, dove Roma fa registrare 5 gradi e Cagliari 7, e ancora di più al Sud. Nove gradi all'Isola di Capri, 7 a Brindisi, 8 a Crotone, 10 a Reggio Calabria e Messina, 12 a Palermo, Gela e Cozzo Spadaro. Tredici gradi, invece, a Lampedusa. 

Serie "A" chiusa per neve Ieri sera, 31 gennaio, la partita tra Parma e Juventus è stata rinviata per motivi di sicurezza a causa del maltempo. Ma la Lega Calcio ha deciso di rinviare tre partite rinviate della seconda giornata di ritorno in serie A. Quindi dopo Parma-Juventus  e Siena-Catania è saltata anche Bologna-Fiorentina. La partita, che si sarebbe dovuta disputare oggi, allo Stadio Renato Dall’Ara alle 20:45, è stata rinviata, a causa del maltempo, a data da destinarsi.

Viaggi in autostrada Autostrade per l’Italia raccomanda: di   informarsi preventivamente e continuamente sulle condizioni della   circolazione sui tratti autostradali interessati dalle perturbazioni   nevose, di intraprendere il viaggio solo se adeguatamente   equipaggiati, possibilmente con pneumatici invernali, dove si   disponesse delle sole catene da neve, che pur ammesse dal Codice della  Strada sono un dispositivo non idoneo al transito sulle arterie   autostradali, evitare assolutamente di montarle o smontarle lungo le   corsie di emergenza o di marcia per evitare gravi rischi per la   sicurezza delle persone e intralcio ai mezzi antineve. L'operazione è consentita solo in Area di Servizio e di   Parcheggio. Continui aggiornamenti sulla situazione della circolazione  sulla rete di Autostrade per l’Italia sono forniti tramite Rtl 102.5   Fm, Isoradio 103.3 Fm, i pannelli a messaggio variabile, il sito internet www.autostrade.it e il network Tv Infomoving in Area di   Servizio.

Se in Italia si battono i denti, in Europa per il freddo si muore. Soprattutto all'Est, dove le correnti russo-siberiano stanno colpendo in modo particolarmente severo Ucraina, Romania, Bulgaria, Serbia. In Ucraina, dove pure al freddo sono più che abituati, il bilancio è di almeno 58 morti, dopo che 30 persone, in gran parte senza tetto, sono morte per assideramento nelle ultime 24 ore. In particolare, 21 persone sono state trovate morte per strada, cinque sono morte in ospedale e quattro nelle proprie case, secondo quanto riportato dalla portavoce del ministero per le Emergenze, Yulia Yershova. Oltre 540 persone sono state ricoverate in ospedale per ipotermia e assideramento, riportano ancora fonti ospedaliere. A Kiev la temperature sono scese a meno 23 gradi centigradi.

Vittime sono state registrate anche in Bulgaria e in Romania, dove altre sei persone sono morte nelle ultime ore per temperature che hanno raggiunto anche i -30 gradi. Secondo il ministero della sanità,  il freddo intenso ha provocato in totale finora 14 vittime. Fra essi un bambino morto di ipotermia in una casa senza riscaldamento della provincia di Iasi (nordest del paese). Quasi 350 persone, molte di esse senzatetto e con problemi di ipotermia, sono state ricoverate in ospedale negli ultimi due giorni. Le scuole sono chiuse in tutto il paese. Il record del freddo è stato registrato la notte scorsa a Intorsura Buzaului (centrosud) con -32, mentre nella capitale Bucarest il termometro è sceso nella notte a -22.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fabiotorino

    01 Febbraio 2012 - 22:10

    di torino-caselle tutto il giorno e' stato impossibile parlare con il servizio clienti, salvo poi riuscirci per caso e sentirsi dire che nessuna notizia ne positiva ne negativa si aveva su suddetti treni e relativi disagi e di chiamare il numero di una stazione al quale alle 18.30 non rispondeva nessuno

    Report

    Rispondi

  • gian60

    01 Febbraio 2012 - 22:10

    Ehi, calma calma. Se serve, bere una camomilla! Non è ancora successo nulla, solo una semplice nevicata . . . . coi fiocchi!. Siamo a fine gennaio, perfettamente in stagione, fa freddo e nevischia, tutto logico! A meno che e seguendo il desiderata comune, tutto debba essere sempre e solo come si vuole. Non perdiamo il lume, lasciamo che ci sia il freddo a gennaio ed il caldo a luglio . . . . semplice, no? Solo un altro pensierino, "egoistico": si potrebbe abbassare "leggermente" il prezzo del gas? Non è un bene di lusso . . . .a gennaio . . . . in Piemonte . . . .

    Report

    Rispondi

  • tonygio

    01 Febbraio 2012 - 18:06

    come si puo bloccare una nazione per neve ma è mai possibile una cosa del genere

    Report

    Rispondi

blog