Cerca

Gelo sull'Italia: un morto a Caserta

L'ondata di gelo durerà fino a metà febbraio. Enac "Situazione aeroporti regolare". In Toscana ancora tremila persone al buio

Gelo sull'Italia: un morto a Caserta

L'ondata di gelo siberiano che avvolge la penisola continua a creare disagi in tutto il Paese. Secondo le previsioni, il freddo intenso durerà fino a metà febbraio mentre le nevicate persisteranno ancora per cinque giorni. Intanto il gelo ha fatto una prima vittima a Milano. La situazione negli aeroporti finora è regolare ha assicurato il direttore generale Enac. Disagi si registrano ancora sulle autostrade e sulle statali del Centro Italia. In Toscana un blackout elettrico ha lasciato 9mila persone al buio.

Aeroporti - Nonostante l’ondata di maltempo che ha investito l’Italia, la situazione degli aeroporti è regolare, anche se si registrano "contenuti ritardi in alcuni scali del nord". Lo ha sottolineato Alessio Quaranta, direttore generale Enac, intervistato da Sky Tg24. "La situazione negli aeroporti è tranquilla - ha detto Quaranta - tutti gli scali sono aperti tranne Forlì che riaprirà nel pomeriggio, ci sono ritardi contenuti in alcuni scali del nord ma il traffico aereo è regolare. Nei prossimi giorni, ha annunciato Quaranta, sarà attiva "una finestra informativa sul sito dell’Enac con la situazione in tempo reale aeroporto per aeroporto".

Clochard morto - "Siamo costretti a comunicare una notizia che ci addolora e che non avremmo mai voluto dare: oggi è morto un uomo senza dimora a causa del freddo. È stato trovato rannicchiato in una coperta, sotto un cespuglio, in piazzale Kennedy". Lo ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino. "Si presume avesse circa 50 anni - ha aggiunto Majorino - era probabilmente straniero e senza documenti. Non era conosciuto dai nostri servizi e neanche dalle unità mobili che ogni notte monitorano la situazione dei senzatetto nelle strade della città".

Toscana al buio
- Black out elettrici e difficoltà sulla viabilità secondaria. Sono queste le criticità maggiori nel territorio toscano. A causa del grande gelo molte linee elettriche sono state interrotte. Una task force dell'Enel è stata messa in campo per risolvere i disservizi. Ad ora sono ancora 3mila le utente saltate. I clienti rimasti al buio hanno protestato con la società elettrica. L'Enel dal canto suo ha replicato che la situazione non era stata sottovalutata e che l'interruzione dell'energia non è dovuta al maltempo ma ad alberi caduti sui tralicci dell'alta tensione.

Trenitalia - La società dei trasporti ferroviari ha fatto sapere che ci sarà il rimborso integrale del biglietto per chi ha rinunciato a partire e indennità per chi è giunto a destinazione con oltre 60 minuti di ritardo. In più tutti i passeggeri arrivati a destinazione con ritardi maggiori di 4 ore avranno diritto ad un indennizzo pari al 100% del prezzo del biglietto. Ieri erano stati numerosi i disagi, soprattutto in Piemonte ed Emilia Romagna, dove i convogli hanno subito ritardi consistenti nell'80 per cento dei casi.

Un morto ad Isernia - Un uomo di 46 anni è stato trovato morto nella sua auto sulla Statale 17 nei pressi di Cantalupo nel Sannio (Isernia). Secondo una prima ricostruzione,  la vittima, questa mattina insieme ad un amico, aveva cercato di raggiungere il bus, ma la neve non gli ha permesso di raggiungere il mezzo. Durante il tragitto di ritorno, il 46enne ha avuto un infarto letale. Inutili i soccorsi del 118 e dei carabinieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    06 Febbraio 2012 - 16:04

    molto freddo non fa,diciamo frizzantino.il golfo e il mare lo vedo da lontano,ma non mi pare di vederlo mosso:al supermercato ho trovato tutto e nessun aumento.Ma perché dicono cose non veritiere?Non so per venerdi che ci sarà,ma almeno ora,non corrisponde ai pronostici,nemmeno un pò

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    03 Febbraio 2012 - 16:04

    è il termine con cui i camionisti dell'est europa hanno indicato l'italia. Qui piove un pò più forte e si registrano alluvioni, montagne franate, fiumi oltre gli argini; nevica e si fermano treni , aeroporti, le strade diventano impraticabili e kilometriche code di autocarri ed auto devono essere soccorsi bloccati in meno di 50 cm di neve. Possibile che nell'ottava potenza economica del mondo esiste un solo stadio dove si possa giocare una partita con la neve! Quale immagine, ancora una volta ,diamo di noi stessi al mondo dopo la concordia, il debito pubblico e le ruberie della casta? Come abbiamo gestito 65 anni di democrazia , sempre se abbiamo il coraggio di definire democrazia un tascorso storico che ci ha ridotti alla rovina. Quando decideremo di dare una svolta alla nostra decadenza liberandoci di chi ancora specula schifosamente su ogni disgrazia per affermare una ideologia politica fallimentare e dei falsi patrioti col bollino rosso che pontificano dalle istituzioni ?

    Report

    Rispondi

  • 654321

    03 Febbraio 2012 - 12:12

    ...mettono neve sull'America e che si fa'? Chiudiamo le scuole di Roma !! Ma come si fa' ad essere cosi esageratamente esagerati!! anche la borsa si comporta cosi...uno in cina piscia fuori dal vaso e le borse di tutto il mondo crollano!!! Allora se dobbiamo morire che campiamo a fare!!!M.G.orb

    Report

    Rispondi

blog