Cerca

La benzina è salita ancora: s'approfittano del gelo

Neve e crisi energetica, l'Eni porta la verde a 1,780 euro al litro (più 0,5 centesimi). Mazzata sulle famiglie, "graziate" dal gas

La benzina è salita ancora: s'approfittano del gelo

A meno di una settimana dall'ultimo rialzo, Eni torna questa mattina ad aumentare i prezzi consigliati della benzina, mentre si registra un balzo anche per il Gpl, a quasi un mese dall'ultima variazione. E' quanto rileva la Staffetta quotidiana secondo la quale questa mattina il market leader mette mano ai listini apportando un rialzo di 0,5 centesimi sulla benzina (media nazionale Eni a 1,780 euro/litro) e di 2,5 centesimi al litro sul Gpl (media nazionale Eni a 0,789 euro/litro). Si registra inoltre un aggiustamento al rialzo per Esso sul gasolio (+0,2 centesimi a 1,730 euro/litro). Aumento su entrambi i prodotti per Shell: +0,5 centesimi sulla verde a 1,784 euro/litro, +1 centesimo sul diesel a 1,730 euro/litro. Aumentano le medie ponderate nazionali dei prezzi tra i diversi marchi in modalità servito:   benzina +0,4 centesimi a 1,778 euro/litro, gasolio +0,1 centesimi a 1,725 euro/litro. I prezzi medi regionali della benzina superano quota 1,8 euro/litro in Liguria (1,817 euro/litro), Marche (1,854), Piemonte (1,812), Toscana (1,816) e Umbria (1,806). La media dei prezzi del   metano si attesta oggi a 0,95 euro/kg. Più nel dettaglio, a livello Paese, il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) va oggi dall’1,777 euro/litro degli impianti Shell all’1,784 di quelli Tamoil (no-logo come detto in  salita da 1,696 a 1.700). Per il diesel si passa dall’1,718 euro/litro  di IP all’1,724 di Tamoil (no-logo da 1,613 a 1,619). Il Gpl è tra lo  0,746 euro/litro di Eni e lo 0,757 di Tamoil (no-logo a 0,731).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    07 Febbraio 2012 - 20:08

    quanto ne vogliono? Notare che tralaltro paghiamo ancora le accise per mantenere sedicenti profughi,clandestini e balordi africani in albergo! Usiamole almeno per rimpatriarli, ma quando cavolo se ne va tutta questa gentaccia scroccona?

    Report

    Rispondi

  • migpao

    07 Febbraio 2012 - 19:07

    che tristi che siete voi rossi... non vedete mai l'aspetto positivo delle cose... la benzina cresce? bene, così ci sono meno auto per strada. emergenza maltempo? ottimo, così ce ne sono ancora meno. i mafiosi? ci sono sempre stati e sempre ci saranno, facciamoceli amici. le puttane? sono simpatiche e benvenute.

    Report

    Rispondi

  • roby.mero

    07 Febbraio 2012 - 13:01

    cosa c'e' da aggiungere????? siamo incazzatissimi ecco cosa ma come si puo' pensare di mandare avanti un economia quando ci bastonano con tasse fuori da ogni controllo???' altro che vendere auto mi piacerebbe sapere chi sono sti signori che di sti tempi si comperano auto e girano spavaldi con auto potenti ma si deve morire di tasse??????

    Report

    Rispondi

  • il leghista monzese

    07 Febbraio 2012 - 13:01

    Quì dove vivo da 13 anni quale AUTOESILIATO POLITICO, in Gennaio i carburanti sono diminuiti di prezzo due volte. Eppure non è un paese produttore di petrolio. La benzina costa ora circa 95 centesimi di € ed il diesel 85.!!!! Morale della favola qui il petrolio e derivati `è gestito da un solo ente statale e quindi tutte le differenti compagnie presenti nel paese sono soggette al prezzo imposto dallo stato. Altro che LIBERALIZAZIONI!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog