Cerca

Diventa squillo per salvare il marito imprenditore: presa

Crisi in Veneto, donna salva il marito dal suicidio dopo il crac dell'azienda: "Faccio la badante", ma la polizia la ferma

Diventa squillo per salvare il marito imprenditore: presa

Una storia amara, quasi un film neoralista degli anni Cinquanta, quella che vede protagonisti una moglie devota e il suo uomo sull'orlo del suicidio perché rimasto senza lavoro. La donna lo salva per un pelo tirandolo giù da quel cappio che aveva già indossato per impiccarsi e gli promette che ai soldi ci avrebbe pensato lei: avrebbe lavorato come badante. Questo crede Paolo, un 44enne di Castelfranco, costretto dalla crisi a chiudere la sua azienda e poi licenziato dalla ditta dove si era riciclato come operaio specializzato. Ma una notte arriva la telefonata della polizia. Era la questura di Vicenza. La moglie di Paolo era stata arrestata durante una retata: i soldi che portava a casa e che servivano per mangiare non provenivano dal lavoro di badante: lei faceva la prostituta sulle strade della Castellana e del Vicentino. "Ci sono rimasto malissimo, ero arrabbiato, non sapevo neanche più cosa provavo", spiega al Corriere Veneto."E’ una situazione che ho imparato ad accettare, ma che non mi sta assolutamente bene. Per questo continuo nella disperata ricerca di un lavoro. Qualsiasi, purché sia onesto". Per riscattare l’orgoglio, ma soprattutto per liberare la moglie da un giogo insopportabile.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucy

    08 Febbraio 2012 - 16:04

    ancora che lui non sapeva!!!! ma chi ci crede!!!!

    Report

    Rispondi

  • Pierce

    08 Febbraio 2012 - 07:07

    Il mestiere più antico del mondo e la legge della domanda ed offerta; questo è l'unico mercato, per ora, non soggetto a crisi! Certo sarà stata per la Signora una scelta sofferta e penosa ma contemporaneamente un grande gesto di dedizione ed amore, condannabile solo dalla falsa ipocrisia e dal bigottismo imperante! Basta considerarlo, senza falso moralismo, un lavoro come un altro (regolarmente tassabile e dotato di previdenza) anche il fisco ne trarrebbe vantaggio (il gioco d'azzardo è sicuramente più amorale e meno naturale) d'altronde già si tassano Bacco, Tabacco e..., almeno sin che il mercato tira!

    Report

    Rispondi

  • ivonno

    07 Febbraio 2012 - 20:08

    In parte ha detto la verità,la badante di solito toglie le mutande agli anziani, lei le toglie ai giovani,comunque aiuta la famiglia

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    07 Febbraio 2012 - 19:07

    Ci sono centinaia di migliaia di prostitute e nessuna viene fermata. Perchè lei si?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog