Cerca

Maltempo, altra neve in arrivo Dall'acqua al gas: i 10 errori

Prevista per venerdì una nuova ondata di gelo. L'elenco di tutto quello che non ha funzionato nelle gestione dell'emergenza

Maltempo, altra neve in arrivo Dall'acqua al gas:  i 10 errori

Non prometteno nulla di buono le previsioni meteo: neve e gelo non lasceranno il nostro Paese. Il peggio deve ancora arrivare con la nuova ondata di maltempo prevista da venerdì: altro gelo e altra neve. Ieri il bollettino delle vittime contava dieci morti, dal primo febbraio le vittime sono in tutto quaranta. Ma come mai l'Italia non è riuscita ad affrontare quest'emergenza, comunque prevista. Ecco l'elenco degli errori commessi. Primo tra tutti il fatto che l'allerta meteo cambia da regione a regione, gli allarmi non sono sempre chiari. In base ai vari bollettini meteo ci sono prefetture che chiudono le scuole e altre che, sulla base dello stesso allarme, le lasciano aperte. A Roma non ha funzionato niente: dal sindaco che ha sottovalutato l'allarme della Protezione civile di mercoledì scorso, agli spargisale entrati in azione tardi, fino ai mezzi spazzaneve rimasti inutilizzati. Si sono accumulati ritardi nella chiusura delle Statali e le Ferrovie hanno sofferto per la carenza di impianti di riscaldamento degli scambi ferroviari. Stessa impreparazionea anche sulle Autostrade. Poi c'è stato il problema acqua: solo ieri, martedì 7 febbraio, c'erano 40mila famiglie senza acqua a Genova. La verità è che la maggior parte delle condutture idriche sono da rottamare, fatte in ghisa grigia, un materiale che si spacca con il gelo. Problemi dello stesso tipo anche per l'elettricità: i manicotti di ghiaccio che si sono formati attorno alle linee elettriche ne hanno causato la rottura.  Siccome lo stato di emergenza costa troppo, i governatori delle Regioni più colpite hanno esitatato a chiederlo. Inoltre, perfino i mezzi dell'Esercito hanno avuto difficoltà a raggiungere i paesi isolati. Ma c'è anche la questione pagamenti: l'indennizzo era di 800 euro al giorno per ogni ruspa usata, 60 euro a soldato, 60 euro a soldato per vitto e alloggio. E a pagare erano le amministrazioni locali

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ed7

    09 Febbraio 2012 - 11:11

    ma la vuoi una pernacchia? lontano un miglio puzxzi di balla....bertolaso era un altro che risolveva a modo suo, come berlusconi .....

    Report

    Rispondi

  • 654321

    09 Febbraio 2012 - 10:10

    Bertolaso era un grande, secondo me ci metteva anche del sentimento!! Il problema e' nato perche' non simpatico a certi!! Si i bravi bravissimi sinistridi odiano terribilmente le persone capaci, specialmente se valutate positivamente dai loro avversari politici! Queste sono le situazioni di merito all'italiana!! Certamente avrai capito il senso.Questo di adesso ha gia' voluto mettere nei casini Alemanno,e vedrai quanti ce ne mettera',scometto mai critichera il Niki, dobbiamo aspettarci di tutto, al Giglio secondo me dormono e le cose speriamo non si mettano male!! Sai verra' la primavera e i venti si scateneranno come sempre e lo scirocco rompera' le scatole , speriamo bene. Ma se c'era il Bertolaso dicevano che lo scoglio era emerso la notte precedente e lui doveva saperlo. SalutiM.G.orb Ps prima avevo scritto maria elena...perdono

    Report

    Rispondi

  • 654321

    09 Febbraio 2012 - 10:10

    Carissima, approvo alla grande quello che hai scritto! Ma i signori mentalmente astratti che hai citato, stanne certa sono organizzati benissimo! La loro forza e' predicar bene e razzolar male!! Consideriamo anche l'ipotesi del grande caldo..e quindi condizionatori a palla, e quindi energia a tutto volume, l'importante e' fare gli struzzi e comprarla dalla Francia! I signori scenziatelli maniaci di un futuro migliore se ne fregano del presente! Ma quanto pensano di campare? Loro producono voti per la sinistra e la sinistra e' sudditante e ci scaldera' gli animi con leggi ed imposizioni da uomini delle caverne! I Verdi,Italianostra ,il sole che ride,il Sel ,e chi ne ha piu' nemetta sono spariti dal parlamento, ma barattano bene i loro voti!!Sanno i signori che come il freddo e' venuto da est anche le radiazioni potrebbero, se poi tira il maestrale vengono dalla Francia, studiassero la rosa dei venti! Sequestriamogli i mobili per le nostre stufe!! Salutoni M.G.orb

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    09 Febbraio 2012 - 09:09

    Chi vuole tornare a vivere nelle caverne,ai tempi in cui esistevano solo e soltanto le vere energie alternative ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog