Cerca

Dopo la neve è allarme gelo Maltempo danni per 1,5 mld

Ora fa paura il freddo polare. Coldiretti: bruciato lo 0,1% del pil. Neve in Emilia e nelle Marche: ancora paesi isolati

Dopo la neve è allarme gelo Maltempo danni per 1,5 mld

Passata l'emergenza neve ora si teme il gelo. Detto questo i metereologi concordano che nevicherà ancora oggi e domani. Poi ci sarà una tregua ma è ancora emergenza con decine di paesi dall'Emilia all'Abruzzo sommersi da metri di neve. Il rischio gelate potrebbe arrecare ulteriori danni sia ai cittadini che alle colture. Secondo la Coldiretti, i danni hanno raggiunto 1,5 miliardi, lo 0,1% del Pil tra i danni causati ed il fermo delle attività nel settore agricolo, industriale e dei servizi, anche pubblici. Disastroso anche il bilancio delle vittime: 57.

Da ieri pomeriggio nelle Marche non nevica più, ma le temperature sono vicine allo zero, e la viabilità interna nelle città e lungo le strade secondarie resta difficilissima a causa del ghiaccio. Nel centro storico di Ancona ci sono vere e proprie 'piste di pattinaggiò, che hanno già provocato decine di cadute. «Abbiamo rafforzato la guardia attiva ortopedica dalle 8 alle 20 - spiega il dirigente del Pronto soccorso dell'ospedale di Torrette Stefano Polonara -, in previsione di un aumento di pazienti già da metà mattinata». I vigili del fuoco sono ancora alle prese con crolli di capannoni e rimozione di alberi caduti, con 206 interventi in lista d'attesa solo nel capoluogo. Tregua del maltempo anche nel Montefeltro, la zona più colpita dalle nevicate dei giorni scorsi, nel Fabrianese e anche a Macerata e Ascoli Piceno. Lungo l'autostrada si circola liberamente, l'Aeroporto delle Marche è stato riaperto ieri pomeriggio, e le Ferrovie hanno ripristinato le due linee regionali sospese: Ascoli-Porto d'Ascoli e Civitanova Albacina. Temperature sotto zero anche in Veneto.

Ancora neve e pioggia in Calabria dove la neve è arrivata  anche a Catanzaro, a poco più di 300 metri sul livello del mare. Dopo un pallido sole, il cielo si è gradualmente oscurato e ed ha iniziato a nevicare, anche se per pochi minuti. Non sono segnalati disagi particolari anche perchè la neve cade su strade ancora bagnate dalla pioggia. Nevica anche a bassa quota sulle colline intorno a Lamezia Terme. La circolazione sia sulla statale 280 Lamezia-Catanzaro che sulla A3 allo stato è regolare.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    14 Febbraio 2012 - 11:11

    Ormai l'abbiamo capito, tutti questi articoli hanno il preciso scopo di preparare, giustificandola preventivamente, la richiesta di ulteriori soldi allo Stato il quale ben volentieri concederà altri miliardi di euro per ripagare dei 'gravissimi' disagi delle popolazioni sudiste.

    Report

    Rispondi

  • neugenio

    13 Febbraio 2012 - 15:03

    I telegiornali continuano a parlare di freddi siberiani in Italia! Giorni fa una giornalista raccontando i guai "apocalittici"accaduti a Roma nei primi giorni della nevicata ad un certo punto ha detto che la temperatura era di -3° C.! Ma alla predetta giornalista nessuno ha mai detto che le temperature cosidette siberiane vanno da 30 a 50° sotto zero?Spero proprio che i nostri vicini dei Paesi europei non abbiano capito come stanno effettivamente le cose.Altrimenti gli accadimenti degli ultimi mesi dimostrerebbero loro in modo inequivocabile che l'Italia in tutti i campi è alla mercè di affaristi incompetenti e senza scrupoli.

    Report

    Rispondi

blog