Cerca

Napoli, parcheggio del sesso: in camporella sul cemento

Sì a proposta consigliere Sel: arriva il love parking, area protetta dove fare sesso in macchina. Si pagherà il 'pernottamento'

Napoli, parcheggio del sesso: in camporella sul cemento

L'ultima trovata dei napoletani è il parco dell'amore. O meglio, il parcheggio dell'amore che sta per sorgere nel quartiere Barra. Di cosa si tratta? Di una camporella cementificata, in altre parole di un luogo sicuro per chi vuole fre sesso in auto: un progetto promosso dalla locale Municipalità su proposta del consigliere di Sinistra e Libertà, Patrizio Gargano. Insomma, sta per sorgere un vero e proprio parcheggio dell'amore a pagamento che sarà gestito dalla Napoli Park. La privacy è garantita: lo spazio verrà suddiviso in box dotati di pannelli divisori.

"Un'idea contro la violenza" - "La nostra proposta libertaria - ha spiegato l'assessore vendoliano - è quella di destinare un'area della città a love parking adibito a incontri intimi tra coppie. Non si tratta di business. Sul territorio della sesta municipalità di Napoli, in diversi luoghi spesso privi di illuminazione e immersi nel degrado, si rifugiano quotidianamente coppie di giovani a bordo di auto e moto in cerca di intimità e che nella municipalità più giovane della città e quella tra le più povere, tale fenomeno assume dimensioni preoccupanti. La pericolosità di tali luoghi è oggettiva, luoghi incustoditi e isolati che diventano ideali per atti di violenza e illegalità anche gravi. Negli anni hanno portato a diversi episodi di violenza, spesso nemmeno denunciati per ovvi motivi di opportunità, balzati anche in queste ore agli onori della cornaca".

"Assurdo spendere per il love parking" - Ma non tutti sono d'accordo con l'iniziativa della camporella controllata i città. Per esempio dissente Massimo Morga, consigliere della VI Municipalità: "Ho personalmente condotto lo schieramento dei 'no' a questa proposta passata con una relativa maggioranza di 13 sì, 8 no e un astenuto, per un totlae di 22 voti su 31. Penso che tra le emergenze che vive il nostro territorio spendere anche un solo euro per la realizzazione del love parking è uno schiaffo a chi vive nei bassi e viene inondato dall'acqua ad ogni pioggia, per chi non ha un lavoro e non sa come arrivare a fine del mese. In un territorio martoriato dalla criminalità - conclude Morga -, dalla disoccupazione e dallo scarso senso civico c'è tanto da fare prima di pensare alla creazione di un love parking".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    16 Febbraio 2012 - 19:07

    e artato di porre le cose.RITIRATI!!! ti credi troppo super ma anche i terroni mi spiace,hanno logica,anzi,la hanno!!

    Report

    Rispondi

  • blues188

    16 Febbraio 2012 - 13:01

    Ovviamente è un fotomontaggio, lo si vede dalla targa innanzitutto, poi dalle luci che solo un fotografo professionista sa usare in quel modo. Complimenti al fotografo e pace a chi non ha capito che è un modo per rappresentare l'articolo

    Report

    Rispondi

  • blues188

    16 Febbraio 2012 - 12:12

    Ma non c'è una legge che proibisce i rapporti sessuali in macchina? Perché dev'essere diverso per Napoli? Multe, multe a tutti, multa e tutto spiano! Fanno così anche al Nord, quindi forza carabinieri e polizia: multe!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    15 Febbraio 2012 - 22:10

    per andare in camporella,o all'erba,come si diceva una volta bastava un plaid di lana che andava bene tutto.Ricordi dei primi anni 70.leggendari,mitici,vissuti per chi come me aveva 20 anni.Soldi in tasca pochi,progetti tanti.Tempi di squattrinamento ordinario riportati dalla crisi.Quello che nessuno riesce ad imitare dell'Italiano è l'elasticità e l'adattamento rapido a tutte le condizioni improvvise e la grande creatività che abbiamo.Sexy park?Una invenzione tutta Italiana.UN DONO DA NON PERDERE MAI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog