Cerca

Celentano, bufera su Festival e Rai: ora rischia Lei

Gli attacchi a chiesa, Avvenire e Famiglia cristiana mettono sulla graticola il dg sostenuta dal Vaticano. Telefonata con Bertone

Celentano, bufera su Festival e Rai: ora rischia Lei

Sotto accusa, ora, ci finisce Lorenza Lei. Il terremoto Celentano inguaia la Rai e il suo direttore generale. Paradosso dei paradossi: un delirio definito da Gianni Morandi "da cristiano vero" rischia di mettere in croce la personalità indiscutibilmente più cattolica tra i vertici di viale Mazzini, quella Lei scelta e nominata al posto del berlusconiano Masi proprio perché caldeggiata direttamente dal Vaticano. Logico, dunque, che la sparata del Molleggiato contro preti, chiesa, Cei, Avvenire e Famiglia cristiana (mancava solo il Papa, forse l'ha riservato per la seconda apparizione) venga messa sul conto proprio di chi avrebbe dovuto vigilare ai massimi livelli. Con Lorenza, nel mirino anche Mauro Mazza, direttore di Rai1 mai così isolato (e non a caso commissariato grazie all'invio a Sanremo del vicedirettore Rai Marano, vero e proprio tutor del Festival). Secondo Dagospia, la Lei avrebbe addirittura chiamato il segretario di Stato Vaticano, cardinal Tarcisio Bertone, per sedare le polemiche e ricucire lo strappo. Difficile, a giudicare dalle parole di fuoco già spese da Famiglia Cristiana: "La Rai si è messa nelle mani di un patetico aspirante profeta, ed è grave. I suoi capi hanno battuto le mani, ed è peggio. Si vergognino, loro più di lui".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pitepina

    16 Febbraio 2012 - 14:02

    e noi dovremo ancora pagare il canone a una televisione che non fa informazione ma vive di gossip (uno mattina in famiglia) docet

    Report

    Rispondi

  • aifide

    15 Febbraio 2012 - 20:08

    che non poteva NON sapere. Chi sarà il prossimo?

    Report

    Rispondi

blog