Cerca

Truffa da 23 milioni di euro indagato De Gregorio

La procura: da proprietario de "L'Avanti" fatture e documenti falsi per intascare i fondi statali per l'editoria tra il 1997 e il 2009

Truffa da 23 milioni di euro indagato De Gregorio

 

Il senatore del Pdl Sergio De Gregorio è stato iscritto nel registro degli indagati dai pm napoletani Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli e Hemry John Woodcock per truffa e false fatturazioni. L’inchiesta che lo coinvolge è quella relativa ai finanziamenti pubblici per la testata "L'Avanti", acquistata da De Gregorio a metà anni '90, costola dell’indagine su Walter Lavitola. Secondo l'ipotesi dei magistrati, "L'Avanti" avrebbe percepito i contributi pubblici a sostegno dell’editoria tra il 1997 e il 2009 per circa 23,2 milioni di euro senza i requisiti necessari, e cioè la tiratura del giornale e le vendite, attestate però dall’esibizione di fatture e documenti da parte della società editrice, la International Press. De Gregorio è indagato in concorso a Lavitola.

Oltre che truffa aggravata, il senatore del Pdl Sergio De Gregorio è indagato anche per bancarotta fraudolenta, sempre in concorso con l’uomo d’affari Valter Lavitola. Quest’ultima ipotesi di reato si riferisce ad una presunta distrazione di beni della società "BVP Broadcast Video Press", poi fallita, e alla presunta distruzione e la falsificazione dei libri contabili. Proprio le indagini sulla distrazione di beni avrebbero evidenziato il legame tra De Gregorio e Lavitola. Le fatture emesse dalle società di De Gregorio sarebbero servite anche a far aumentare fittiziamente i costi del quotidiano per ottenere maggiori contributi dai fondi per l’editoria.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bepper

    17 Febbraio 2012 - 12:12

    Lombroso aveva ragione!

    Report

    Rispondi

  • nlevis

    17 Febbraio 2012 - 12:12

    Ma è peggio di Celentano a Sanremo... Che figura!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    17 Febbraio 2012 - 11:11

    Sei sempre lì che ti agiti,stai calmo,è solo indagato.Non correre come fai al solito,potresti romperti il muso ( come è già successo altre volte).

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    17 Febbraio 2012 - 09:09

    ma cosa c'entra Napolitano? Chiedi dov'è Berlusconi, visto che lo ha preso nel suo partito

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog