Cerca

Perego, yacht sequestrato: un Festival che porta sfiga

Sanremo, i carabinieri hanno sequestrato l'imbracazione della conduttrice e di Lucio Presta: una kermesse che porta sfortuna

Perego, yacht sequestrato: un Festival che porta sfiga

I carabinieri hanno sequestrato domenica mattina. al termine di un controllo, lo yacht Villa sul mare, della società Royal Yacht srl, ormeggiato al Portosole di Sanremo, e a disposizione di Paola Perego, che insieme al compagno Lucio Presta ha trascorso una breve vacanza in Riviera in occasione del Festival di Sanremo: un Festival che alla coppia, insomma, ha portato sfiga. Il sequestro è stato disposto per la violazione del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi. Ossia, l'evasione dell'accise. 

Per una serie di fatti avvenuti in passato e dei quali vi avevamo dato conto negli ultimi giorni, la conduttrice Paola Perego è accusata dalla procura di Sanremo di aver violato la legge che punisce la sottrazione all'accertamento o al pagamento dell'accisa sugli oli minerali. Secondo gli inquirenti il reato sarebbe stato commesso dalla Perego sia a Sanremo sia in altre 14 occasioni tra il 2006 e il 2008: la conduttrice avrebbe fatto rifornimento per 60 mila chili di carburante risparmiando tra i 50 e i 60 mila euro.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afabbri73

    19 Febbraio 2012 - 22:10

    ... sequestrarle il cervello ma non l'hanno trovato e si sono tuffati sullo yacht. Povera la Paoletta ahahhaha

    Report

    Rispondi

  • oi16730

    19 Febbraio 2012 - 16:04

    Cronistucolo disonesto, non è Sanremo che porta sfiga ma siamo noi italiani che facciamo schifo. Impara a spiegare bene i fatti, capito?

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    19 Febbraio 2012 - 16:04

    Strano , sembrano tutti/e delle sprovveduti/e ,però i loro interessi li sanno fare, oggi , mi riferisco alla Sig.ra PEREGO. In Italia le persone PULITE sono ormai come le mosche bianche ,non passa un giorno che non si sente o che non si legge sui giornali , delle INFAMITA'. Ma al nostro buon Dio,qualcuno ha avvisato di tutte queste BRUTTURE,occorre allargare e aumentare camere all'inferno,altrimenti non ci entrano tutti/e. Scherzi a parte , E' UNA VERGOGNA....

    Report

    Rispondi

blog