Cerca

No Tav studiano per uccidere Caselli: "C'è clima d'odio"

Il procuratore di Torino a Belpietro: "Manganelli ha elementi precisi. Io non criminalizzo tutto il movimento"

No Tav studiano per uccidere Caselli: "C'è clima d'odio"

Manifestazioen di un "clima d'odio". Così il procuratore capo di Torino Gian Carlo Caselli, ospite del direttore di Libero Maurizio Belpietro a La telefonata su Canale 5 definisce le scritte sui muri inneggianti contro di lui. Il tema caldo è il suo attacco ai violenti No Tav, che gli ha fatto guadagnare commenti sdegnati o irrisori da politici e attivisti, Beppe Grillo in testa. "Io non ho criminalizzato il movimento, ho perseguito singoli soggetti che hanno commesso reati", spiega Caselli usando poi una metafora: "E’ assurdo affermare che incriminando gli stupratori si criminalizza il sesso...". D'altronde, che la minaccia dell'insurrezionalismo organizzato sia reale lo ha confermato anche dal capo della polizia Antonio Manganelli: "L'area degli anarco-insurrezionalisti è pronta a un salto di qualità e all'assassinio", ha avvertito. "Se Manganelli parla di gruppi pronti all'assassinio - è la replica di Caselli - avrà elementi precisi". Peccato che il governo non ascolti e, anzi, tagli tagli i fondi finanziari destinati ai Servizi.

Caselli da Belpietro: guarda il video su LiberoTv

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • casello

    24 Febbraio 2012 - 10:10

    Stupendamente il magistrato parla con il giornale Libero che ospita(va) Renato Farina, attualmente onorevole PdL, già radiato dall'ordine dei giornalisti in quanto collaboratore dei Servizi Segreti. Coerentemente con la linea editoriale del quotidiano, l'articolo si chiude con l'invocazione al governo Monti di fornire più finanziamenti e risorse (uomini, mezzi ?) ai Servizi Segreti. Si fa notare che in Italia, mentre Renato Farina era impegnato a essere il "primo giornalista a scrivere dei miracoli di Medjugorje" (biografia wikipedia), i Servizi Segreti hanno operato a: - Piazza Fontana a Milano - Piazza della Loggia a Brescia - Stazione di Bologna - qualche treno saltato in aria - Ustica Per un totale di centinaia di morti e centinaia di feriti. Insabbiando tutto l'insabbiabile e anche di più. I terroristi alla prova dei fatti in questo Paese non sono mai stati né gli anarchici, né gli anarco-insurrezionalisti, né chi lotta contro questo sistema. Ora e sempre No Tav!

    Report

    Rispondi

  • enry

    23 Febbraio 2012 - 17:05

    Caselli emerito d---------e, sei tu che semini odio, non i no tav tu e i tuoi stipendiati provocatori poliziotti in borghese travestiti da blak blok, credi che in italia siano proprio tutti stupidi che non sappiano da dove arrivano i provocatori?

    Report

    Rispondi

  • wall

    23 Febbraio 2012 - 17:05

    ......rimettere i convogli normali e tratte dismesse..a che serve prendere un treno veloce punto punto quando si fa prima con l'aereo. Fateci viaggiare come prima con tutti treni e su tutte le stazioni.......

    Report

    Rispondi

  • Angeli1951

    23 Febbraio 2012 - 17:05

    Ritengo il tutto una balla galattica! Di cosa sproloquieranno quando la gente sarà alla fame per recessione e tasse?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog