Cerca

I No Tav ancora in corteo e stracciano i fogli di via

Val di Susa ancora invasa dai manifestanti, che si fanno beffa della giustizia accedendo impunemente alle zone vietate dopo i passati disordini

I No Tav ancora in corteo e stracciano i fogli di via

Il copione, in Val di Susa, si è ripetuto oggi, pur senza incidenti: migliaia di manifestanti No Tav, tra i quali giovani dei centri sociali, anarchici e rappresentanti politici dell'estrema sinistra locale e nazionale, hanno sfilato tra Bussoleno e Susa contro la realizzazione della ferrovia ad alta velocità. "Siamo in 75mila" hanno detto gli organizzatori del corteo. Una ventina di giovani che avevano ricevuto il foglio di via dopo gli scontri avvenuti in Val di Susa nel corso di precedenti dimostrazioni, hanno platealmente stracciato i divieti di accesso alla zona.

Per la prossima settimana si annuncia il rischio di altri incidenti. Il movimento No Tav si prepara infatti a battersi contro gli espropri dei terreni dei No Tav che confinano con il cantiere della Maddalena di Chiomonte, che dovrebbero essere effettuati la prossima settimana. Gli avvocati del Legal team che seguono il movimento spiegano: "Se porvvederanno agli espropri con un'ordinanza prefettizia, li impugneremo per violazione dell'articolo 2 del Testo unico sulla pubblica sicurezza. Questo perché l'ordinanza prefettizia può essere motivata solo o dall'urgenza o dall'assenza di altri strumenti. E non sono questi i casi". Lo storico leader No Tav Alberto Perino avverte: "La prossima settimana occuperanno militarmente un terreno, abbatteranno la baita, ma saremo in tanti a farci sgomberare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 654321

    27 Febbraio 2012 - 18:06

    a noi di questi compagni eroi non ce ne frega un cazzo!! Rispettino la legge!! Vediamo questo governo cosa sapra' fare!! Ma che il governo sappia che il popolo non e' piu disposto a queste cose!! Se poi si cala le braghe rispondera' di cose ben piu' grosse!! Si perche' allora anche noi siamo legittimati a far quello che cazzo ci pare!! Allora si che son cazzi amari!!M.G.orb

    Report

    Rispondi

  • masbalde

    26 Febbraio 2012 - 23:11

    in val di susa, magari parlando ai No-Tav di come andarono le cose in Ungheria, in Cecoslovacchia ed in Polonia perchè i manifestanti sono giovani e non lo sanno, ma Lui, dietro le quinte, c'era e dovrebbe ricordarselo bene come la pensava allora......

    Report

    Rispondi

  • lino1234

    26 Febbraio 2012 - 23:11

    Non so che cosa aspettano ancora per fermare politicanti e sindacalisti senza scrupoli che organizzano disordini e violenze di piazza a non finire. Per arrivare dove ? Determinare che cosa: una carneficina forse ? In una democrazia matura queste cose non debbono essere consentite. Costoro vanno arrestati e accusati di CIRCONVENZIONE DI INCAPACI. Non aspettiamo che questa genia di fannulloni (dalle mie parti chi non ha voglia di lavorare né di studiare vengono definiti busgàtt). Fermiamoli prima che, con i tempi che corrono, tali comportamenti diventino addirittura moda di massa inarrestabile. Lino.

    Report

    Rispondi

  • lino1234

    26 Febbraio 2012 - 18:06

    non so che cosa si aspetta per arrestare i sindacalisti ed i politicanti che organizzano questi disordini e violenze di piazza a non finire. Costoro vanno arrestati per il reato di CIRCONVENZIONE DI INCAPACI. Non aspettiamo che questa genìa di fannulloni (dalle mie parti chi non ha voglia di lavorare nè di studiare vengono definiti busgàtt). Fermiamoli prima che diventi una moda di massa il comportamento dei busgàtt.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog