Cerca

E Grillo minaccia i politici: "Tutti via o scoppia un casino"

Nel suo blog il comico si scaglia contro la costruzione della linea d'alta velocità: un'opera faraonica inutile e costosa

E Grillo minaccia i politici: "Tutti via o scoppia un casino"

Beppe Grillo dal suo blog commenta la protesta dei No-Tv dopo l'incidente a Luca Abbà fulminato su un traliccio dove era salito per protestare contro l'allargmento del cantiere della Torino-Lione. "Sto guardando e seguendo quello che sta succedendo. Un ferito grave in val di Susa, l'accerchiamento della baita con persone dentro. Di nuovo violenze. Uno è caduto da un traliccio ed è grave in ospedale. A chi servono queste cose? Perché, porca di una puttana, io vorrei capire cosa c'è dietro questo sistema! Lo capirebbe anche un bambino che non serve la Tav: un tunnel di 50 km sotto un monte. Sono contro anche il partito di Sarkozy e la Corte dei Conti francese. Sono cifre che non stanno in piedi. Progetti di 15-20 anni fa". Grillo si lancia in un'analisi economica per sostenere l'inutilità dell'alta velocità: "Oggi i camion sono vuoti. Si spostano container vuoti. È la fantascienza dei trasporti. Il nostro mondo è questo. E allora perché mandano avanti la politica, Fassino, i magistrati. Perché? Chi c'è dietro? Le banche? Perché hanno questi interessi le banche? Dove vanno a finire questi soldi? A chi? 1,2 miliardi di finanziamento e poi, gli altri? Non si sa. In un momento così disastrato con questi 22 miliardi, che è quanto verrebbe a costare l'opera, potremmo finanziarci la banda larga, potremmo finanziare la Rete, fare progetti di sviluppo. Dare lavoro a piccole e medie imprese. Perché fanno queste cose qui? È il momento di capire, capire! Perché dopo la TAV ci saranno il terzo valico, le gronde, il ponte sullo Stretto. Opere faraoniche per il rilancio della crescita. Non c'è crescita in questo settore. La crescita è dell'intelligenza. Mandiamo a casa questa gente. Vi prego, vi prego! Prima che scoppi un casino ancora più grosso".

Attacco a Caselli - Parla di Giancarlo Caselli, Beppe Grillo. Dice: "E’ il miglior sponsor del movimento No Tav. Le sue azioni vanno   giudicate per gli effetti. E nessuno più di lui è a fianco dei   valsusini. Sta portando il verbo No Tav di città in città, da Milano  a Genova con il pretesto della presentazione del suo libro 'Assalto alla giustizià. I No Tav che lo vogliono zittire, come lui ha   affermato, sbagliano. Più parla, più la solidarietà per la Val di   Susa aumenta in tutta Italia”.  “Caselli che equipara i No Tav ai camorristi è il miglior spot  contro lo sperpero di 23 miliardi di euro per fare un tunnel per un   traffico merci inesistente - sottolinea Grillo - Con l’arresto di 26   persone in tutta Italia e la notifica 15 obblighi di dimora prima del   processo, Caselli ha creato una pandemia No Tav. A Trento, Macerata,   Palermo, Pistoia, Modena, Genova, Bergamo, Milano, i cittadini che non  erano ancora informati dello scempio del territorio e di denaro   pubblico in Val di Susa ora lo sono”. “Se la Procura di Torino ha ritenuto di trattenere in carcere   per settimane due donne incensurate, di cui una madre di tre figli,   per ragioni come 'concorso moralè, Caselli dovrebbe ricevere la   cittadinanza onoraria dai comuni di Chiomonte e di Venaus per aver   compattato e indignato decine di migliaia di valsusini e italiani".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquilonia80

    27 Febbraio 2012 - 19:07

    chi sei,casa vuoi, .........allora e vero chi a i soldi sa tutto lui e capisce tutto. e infinocchia e li comanda e i comandati ubbidiscono, poveri grulli

    Report

    Rispondi

  • Braccio da Montone

    27 Febbraio 2012 - 18:06

    ***Evviva la "beppa"! Anzi no, la bernarda"". A differenza dei folli coc...nomani e perizomati.*

    Report

    Rispondi

  • alfredido1

    27 Febbraio 2012 - 18:06

    Perchè ,in queste manifestazioni, un ragazzo di 37 anni si arrampica su un traliccio ? Non vedo l'utilità : la manifestazione era sostanzialmente pacifica. Dispiace che sia caduto ma anche nelle manifestazioni le elementari norme di sicurezza (invocate giustamente dai Sindacati in ogni Stabilimento) vanno rispettate. Accusare la Polizia è una indegna mistificazione che rende difficile ogni dialogo. No Tav : chi ha elementi per capire se sia una opera giusta o meno ? E' un progetto Europeo , lo hanno sostenuto Prodi e Berlusconi : qualcuno avrà fatto due conti ...spero. I no TAV dovrebbero discutere sostenuti da un loro esperto la fattibilità del Progetto , seduti in un Ufficio e con tutti i dati a disposizione .

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    27 Febbraio 2012 - 17:05

    lui e' un politico quindi se ne va a casa anche lui, e di corsa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog