Cerca

Abbà in coma ma stazionario: guarda il video della caduta

Il leader No Tav, 37 anni, che per protesta contro l'Alta Velocità si era arrampicato su un traliccio è in prognosi riservata

Abbà in coma ma stazionario: guarda il video della caduta
Rimane in prognosi riservata ma sono stazionarie le condizioni di Luca Abbà, il manifestante No Tav rimasto fulminato dopo essersi inerpicato su un traliccio dell'alta tensione durante una manifestazione a Bussoleno. Maurizio Berardino, responsabile Dea Grandi Traumi del Cto di Torino, ha spiegato che per ora i pericoli più grossi sono quelli che provengono dalla folgorazione. I medici temono infatti che si possa sprigionare nel corpo la mioglobina, per effetto della necrosi dei tessuti, che potrebbe causare un blocco renale. "Il punto massimo di emissione nel corpo di questa sostanza - ha spiegato Berardino - sarà raggiunto fra le 48 e le 72 ore successive all'incidente, quindi ancora bisogna attendere. Per adesso i reni in ogni caso stanno funzionando bene". "Sarebbe davvero bello - ha aggiunto Berardino - poter dire che non saranno necessarie nè la dialisi nè le incisioni di scarico". Le incisioni di scarico sono interventi di chirurgia plastica fatti per evitare che tessuti in necrosi che si gonfiano, schiaccino gli altri sani. Dal Cto fanno sapere che adesso Abbà è in terapia intensiva e ha vicino la mamma, il papà, la sorella e la moglie. Insomma le sue condizioni sono stazionarie ma resta grave.

Abbà sale sul traliccio poi il dramma: guarda il video su Libero Tv

 

La ricostruzione -  Il 37enne Abbà, che con altri quindici esponenti del movimento che si ribella alla costruzione della ferrovia, si trovava alla baita Clarea a Chiomonte per sorvegliare il cantiere. Quando ha visto l'inizio delle operazioni di recinzione dell'area partite con un giorno di anticipo rispetto alle previsioni. si è arrampicato su un traliccio della luce ma nell'operazione avrebbe toccato i fili della corrente: precipitato, è stato soccorso dagli agenti e trasportato all'ospedale. I No Tav si sono mobilitati in tutta fretta alle 8 quando hanno capito che le operazioni di esproprio per l'allargamento del cantiere sarebbero state anticipate rispetto all'orario d'inizio previsto per la notte tra lunedì e martedì.



 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • faravelliluigi

    28 Febbraio 2012 - 15:03

    Quand'ero bambino leggevo con attenzione mista a paura i cartelli sui tralicci" chi tocca i flili muore", ma oggi le regole non si seguono più

    Report

    Rispondi

  • gangisalvo38

    28 Febbraio 2012 - 15:03

    ogni tanto spunta uno chè indice un referendum, le stronzate in italia sono tante, vi ricordate dei referendum x i finanziamenti ai partiti? nonostante hanno votato x il no non sè fatto niente, per la responsabilità dei giudici lo stesso niente, e così anche x i sindacati, cosa serve il referendum sè poi sì applica a convenienza, tutta una buffonata e questa è la democrazia a piacere proprio,

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    28 Febbraio 2012 - 14:02

    Questo popolo si è battuto per aver un sistema politico democratico e la Costituzione ne è un esempio, pur non essendo mai stata applicata integralmente a causa della ignavia dei partiti dell'arco costituzionale ed ora, non sarebbe il caso di indire un referendum tra tutti i cittadini interessati alla predetta costruzione del tunnel dell'alta velocità ? - Un Governo sano e democratico ed altrettanto un popolo, si sottopongano a un referendum e il risultato,qualunque esso sia, venga rispettato da tutte le parti. Chi contravviene al desiederato di un vincitore sarà esso a doverbe rispondere di abbruttimento delle leggi.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    28 Febbraio 2012 - 14:02

    E' salito sul traliccio-non lo ha ordinato il medico-a radio Black out ha minacciato in diretta di toccare i fili se i poliziotti non la smettevano di inseguirlo,dopo di che ha preso una sberla a 20Kva con tonfo..Se la prendeva a 250/480 Kva di sicuro veniva giu' solo la polvere.Di certo non parteciperà piu ai comizi ne alle proteste per almeno 10 anni.Ha fatto tutto da solo e non come si dice su Indymedia è stato spinto giu da un poliziotto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog