Cerca

Creme e saponi velenosi Maxi-sequestro a Torino

La Finanza ha scoperto un commerciante che vendeva prodotti di bellezza pericolosi per la salute: denunciato

Creme e saponi velenosi  Maxi-sequestro a Torino

Centinaia di creme schiarenti   tossiche e saponette al mercurio, sostanze altamente pericolose per la  salute e cancerogene. Le ha scoperte la Guardia di Finanza di Torino   in un negozio di Porta Palazzo, nel capoluogo piemontese. L’esercizio   commerciale era gestito da un cittadino italiano di 49 anni, V.D.X, di  origine vietnamita, che è stato denunciato per la violazione delle   norme sul commercio di cosmetici. Nelle merci sequestrate sono risultate presenti sostanze   pericolose quali lo ioduro mercurico e l’idrochinone.

Mancata traduzione - Molte confezioni  infatti riportavano la dicitura "poison contient mercure iodide"   (veleno contenente ioduro mercurico), ma l’assenza di traduzione non   consentiva la reale percezione della tossicità. Altre scatole poi   sono risultate contenere l’idrochinone, un composto nocivo irritante,   allergenico e pericoloso per l’ambiente, utilizzato come schiarente   della pelle, per avere una carnagione più chiara. La commercializzazione e l’importazione di cosmetici contenenti   mercurio è vietata nell’intera Europa, tuttavia - sottolineano le   Fiamme Gialle - è ancora attivo un mercato illegale parallelo   proveniente dai Paesi africani attraverso cui ne avviene   l'importazione e la vendita nel Continente.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    01 Marzo 2012 - 19:07

    cioè questi ti rovinano e non si sa mai ad es.quale industria usava le uova marce ,i pomodori cinesi ecc.......MA I NOMI devono uscire così la regolata se la danno,o no?

    Report

    Rispondi

  • mab

    01 Marzo 2012 - 13:01

    continuiamo così, complimenti

    Report

    Rispondi

blog