Cerca

"Caro amico, ti scrivo..." L'Italia saluta Lucio Dalla

Muore in Svizzera durante il tour: avrebbe compiuto 69 anni il 4 marzo. A Sanremo l'ultima apparizione. Napolitano: "Artista amato da tutti"

"Caro amico, ti scrivo..." L'Italia saluta Lucio Dalla
Addio a Lucio Dalla, cantautore bolognese, un pezzo di storia italiana. Dalla è morto stroncato da un infarto durante il suo tour in Svizzera; l'attacco cardiaco lo ha colto a Montreux, dove si trovava per una serie di concerti che lo avrebbero portato anche a Basilea, Lugano e Ginevra. La morte del cantautore è stata un fulmine a ciel sereno per tutti. Per la nazione come per il suo staff e i suoi amici, che hanno spiegato che non c'era stata alcun segnale, alcuna avvisaglia. "Stava bene - ha spiegato commosso l'assistente di Dalla -. Lui e Mondella si sono sentiti ieri sera dopo il concerto di Montreaux: era contento di come era andato. Stamattina si è svegliato, ha fatto colazione, un paio di telefonate". Poi l'infarto. "Il dolore è talmente grande che non credo ci sia niente che possiamo fare e organizzare" nell'immediato per ricrodare il cantante.


Dalla si è spento a tre giorni dai 69 anni, a tre giorni dallo scoccare di quel 4 marzo 1943 che è anche il titolo di una delle sue più celebri canzoni. A dare per primi la notizia della sua morte sono stati i frati della Basilica di San Francesco d'Assisi; poi la voce è rimbalzata su Twitter, su Facebook, sui social network e sulla rete che è stata subito inondata dal cordoglio e dalla commozione di un Paese intero che si è commosso, ha amato e sognato sulle note delle sue canzoni. Dalla Midas, la società di comunicazione fondata da Michele Mondella, hanno spiegato che "era contento di come era andato il concerto", perché Lucio mercoledì sera era sul palco. "L'ho sentito ieri sera, vivissimo - ha raccontato Roberto Serra, amico storico di Dalla -. Non è possibile. Mi ha telefonato ieri sera, stava benissimo, ed era felice, tranquillo, divertito e in pace con se stesso. Contento per un'intervista che gli avevano fatto e per il tour europeo appena cominciato".


Al cordoglio della gente comune si è subito unito quello del mondo dello spettacolo, della politica, della letteratura (leggi le reazioni): l'Italia intera ha abbracciato uno dei suoi cantautori più eccezionali e irripetibili. Anche il Capo dello Stato ha ricordato commosso Lucio Dalla, esprimendo la sua partecipazione al dolore della famiglia: "E' stato un artista amato da tanti italiani di diverse generazioni. E a me personalmente è caro il ricordo dei nostri incontri, e dell'ultimo, a Bologna, per una iniziativa di beneficenza, ritrovando in ogni occasione la schiettezza e delicatezza del suo tratto umano". Al cordoglio si è unito il suo storico compagno in Banana Republic, Francesco De Gregori, Jovanotti, Venditti, la Vanoni, Silvio Berlusconi da Bruxelles e Angelino Alfano, Aurelio De Laurentiis, la Camusso, De Magistris, Schifani, Albano, Bersani, Bocchino e Morandi, la Mannoia e Nichi Vendola, la Pausini, La Russa e Ramazzotti: una serie di nomi, incompleta, che spiega con semplice e commossa chiarezza chi fosse Lucio Dalla. Cosa fosse Lucio Dalla: un simbolo, un gigante della canzone italiana, capace di unire. Tutto e tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • criticone

    03 Marzo 2012 - 18:06

    sei grande anche adesso che non ci sei.sei grandissimo nel cuore di chi ama la tua musica e le tue canzoni.sei immenso perchè tu non morirai mai.piccolo grande uomo, ti hanno dedicato un film anche se non sapevano dove potevi arrivare.ciao lucio ,

    Report

    Rispondi

  • marypotter

    03 Marzo 2012 - 18:06

    per favore....se volete lasciare un pensiero va bene... ma almeno inerente...cosa c'entra Berlusconi qui???? mah....certa gente si qualifica da sola...... Grazie Lucio!

    Report

    Rispondi

  • marina58

    02 Marzo 2012 - 20:08

    NO!! Signore; non me la prendo più di tanto...a che servirebbe!! comprendo molto bene, la condizione disperata, di alcune persone, a mio modesto parere, infelici e livorose, che sfogano la loro frustrazione, attraverso un pc!! Grazie...penso anch'io che lei abbia ragione riguardo...un certo Nicolass e...mi creda...pur essendo triste, lei è...riuscito a strapparmi un lieve...sorriso!! grazie ancora e...scusi per il ritardo nel rispondele!! un saluto...

    Report

    Rispondi

  • lucy

    02 Marzo 2012 - 19:07

    Non mi stupirei se Berlusconi te lo sognassi anche la notte!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog