Cerca

Fece "tredici" al Totocalcio viene pagato trent'anni dopo

Nel 1981 la titolare della ricevitoria smarrì la matrice della schedina: dopo tre decenni ecco il diritto di riscuotere

Fece "tredici" al Totocalcio viene pagato trent'anni dopo

Il primo novembre 1981 realizzò un 13 al Totocalcio, ma non ha mai potuto incassare la vincita da oltre un miliardo di vecchie lire poiché la titolare della ricevitoria in cui fu effettuata la giocata smarrì la matrice della schedina. A distanza di oltre 30 anni e dopo un’infinita serie di processi, Martino Scialpi di Martina Franca, in provincia di Taranto, si è visto riconoscere dal Tribunale civile di Roma il diritto a riscuotere quella vincita. Il giudice Sacco, in base all’art. 186 ter del codice di procedura civile, ha disposto un’ingiunzione di pagamento di 2 milioni e 344mila euro nei confronti del Coni, che dovrà adempiere all’ordinanza, immediatamente esecutiva. Il giudice ha respinto le eccezioni dei legali del Coni, osservando che "l'imprescrittibilità dell’azione di nullità si estende alla conseguente e correlata azione di adempimento", che Scialpi ha "comunque compiuto innumerevoli atti idonei a interrompere la prescrizione" e che "risulta infondata" l’obiezione "di carenza di passiva legittimazione". Ma il Coni ancora replica: "Ci vorrà il giudizio di appello".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bellissimo

    03 Marzo 2012 - 10:10

    Il fatto che la titolare della ricevitoria ed il Coni si fossero accordati segretamente per spartirsi qualcosa e non pagare il vincitore,non è mai stata presa in seria considerazione ??

    Report

    Rispondi

  • osicran2

    03 Marzo 2012 - 10:10

    E' l'ennesima prova che la giustizia non funziona o funziona a scoppio ritardato! Da parte mia ho smesso da tempo di giocare al totocalcio, per l'incertezza dei risultati, molto spesso condizionati da arbitrii arbitrali (e non è un bisticcio di parole!) e dallo scandalo del calcio scommesse.

    Report

    Rispondi

  • giosefate

    03 Marzo 2012 - 01:01

    Se quell' uomo avesse investito nel mattone un miliardo nell' 81 oggi avrebbe un controvalore di 20 milioni di euro! Ma se anche li avesse mangiati tutti, oggi non starebbe in giro per tribunali ma sarebbe un' uomo soddisfatto o meno.

    Report

    Rispondi

  • bersa56

    03 Marzo 2012 - 01:01

    il vincitore della schedina totocalcio giocata 30 anni fà oggi ha 61 anni

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog