Cerca

Concordia, via al processo Naufraghi: Schettino criminale

Migliaia di superstiti alla maxiudienza di Grosseto: oggi si apre la scatola nera e dalle carte emergono nuovi dettagli sul comandante

Concordia, via al processo Naufraghi: Schettino criminale

Oggi al via la maxi udienza al Teatro Moderno di Grosseto per il processo per il naufragio della Costa Concordia. Attesi migliaia di giornalisti, avvocati, consulenti,  familiari. Il processo si baserà soprattutto sull'interrogatorio del vice di Schettino che al pm Stefano Pizza ha detto: "Il Comandante Schettino ci ordinò di dire alla Capitaneria che era tutto sotto controllo". Nel naufragio della Costa sono morte 32 persone, nove gli indagati. Ci sono 4229 parti offese. Non partecipertà Schettino, il suo avvocato, Bruno Leporatti, ha detto: "Non è utile e forse è anche in pericolo la sua incolumità. Momento decisivo sarà l'apertura della scatola nera. "Dall'esame del su o contenuto, crediamo di poter ottenere alcuni nuovi impulsiper l'attività investigativa e eventualmente accertare nuove responsabilità". 

 

"Sono str...devono andare in galera" Guarda il video su Libero Tv


La testimonianza - Schettino è meglio che non si faccia vedere. Avrebbe potuto cercare di recuperare in ogni modo. Meglio che sparisca dell'Italia". Lo ha detto Sergio Camarotti, uno dei naufraghi della Costa Concordia davanti al teatro 'Moderno di Grosseto' dove vengono radunati i testimoni in occasione delll'incidente probatorio del processo sul naufragio del Giglio. "E' un imbecille per essere   gentile e anche un criminale". Con queste parole Francesca Scaramuzzi,  residente a Biella, si fa portavoce della rabbia delle decine di   passeggeri protagonisti loro malgrado del naufragio della Costa   Concordia giunti a Grosseto per partecipare all’incidente probatorio   disposto dal gip del Tribunale. "Mi sono fatta forza in quel momento   drammatico non pensando mai alla morte ma è stata un’esperienza   terribile", ha aggiunto la donna parlando con i giornalisti.
 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    03 Marzo 2012 - 10:10

    cose che dovrebbero solo far parte di un segreto processuale quali tutti i reperti ,registrazioni o che altro,ai quattro venti,tutti a scaricabarile,senza colpa e perfetti,la colpa sarebbe solo del comandante ma ci sono altri 7 indiziati,cioè significa non gente solo informata dei fatti,quindi quale colpa hanno?E poi perché non si aspetta questa scatola nera?per sapere le cose più seriamente?

    Report

    Rispondi

  • freefaber

    03 Marzo 2012 - 10:10

    Questo è un processo che, per molte accuse, difficilmente arriverà a sentenza. Ciò, grazie alla 'riforma' della prescrizione del governo Berlusconi. Un'ultima cosa: Il Comandante Schettino è al momento solo un imputato e, come tale, presunto innocente...c'è aria e sentore di 'tribunale popolare' come spesso accade in Italia salvo che non si tratti...ma li è questione di padroni e contadini!

    Report

    Rispondi

  • roda41

    03 Marzo 2012 - 10:10

    perché non si aspetta la scatola nera per notizie un pò più serie e precise?

    Report

    Rispondi

blog