Cerca

La Casta promette nuovi tagli Via 20% degli onorevoli

Intesa tra Pdl, Pd e Terzo Polo: il capo del governo potrà sfiduciare i ministri. Più poteri al premier, si abbassa l'età per essere eletti

La Casta promette nuovi tagli Via 20% degli onorevoli

Stretta finale sulle riforme. Alla   bozza elaborata dai tecnici dei partiti della maggioranza, che per   settimane si sono confrontati sulle modifiche, mancano pochi elementi   per chiudere il cerchio. "Diciamo che il 95% del lavoro è stato fatto  -ha affermato uno dei parlamentari che ha partecipato alla stesura del  documento- mancano pochi particolari. Poi una volta conclusa questa   fase, il testo potrà essere depositato in Parlamento. Presumibilmente  l'iter partirà dal Senato".

I numeri
- Rispetto alle prima versione non ci sono cambiamenti di rilievo.  Verrà ridotto il numero dei deputati che saranno 500 (più otto   eletti nelle circoscrizioni estere) e dei senatori (250, più i   quattro eletti all’estero). Si abbassa l’età per l’elettorato   passivo: saranno sufficienti 21 anni (ora sono 25) per candidarsi alla  Camera; ce ne vorranno 35 e non 40 come è attualmente, per candidarsi  a un seggio senatoriale. La bozza messa a punto dal dal vicepresidente  del Pdl al Senato Gaetano Quagliariello, da Luciano Violante,   responsabile Riforme del Pd e dai deputati del Terzo Polo Italo   Bocchino (Fli), Ferdinando Adornato (Udc) e Pino Pisicchio (Api),   prevede una drastica correzione del bicameralismo perfetto.

Le leggi 
- Il processo legislativo verrà accelerato, poichè i testi di   legge subiranno una sola lettura dalla Camera. L’altro ramo del   Parlamento conserverà la prerogativa di poter 'richiamarè il testo   dietro un’espressa richiesta del suo presidente ma sarà obbligato a   licenziarlo entro 15 giorni. "In questo modo -aggiunge il   parlamentare- l’iter legislativo è fortemente compresso e i tempi   attuali verranno notevolmente ridotti".

I compiti Uno dei nodi da sciogliere, forse il più   rilevante, restano le funzioni e le prerogative del Senato che, nelle   prime ipotesi sulle quali si era lavorato, avrebbe dovuto assumere il   ruolo di Camera delle autonomie. "Non abbiamo ancora deciso -conferma   il parlamentare interpellato- è uno dei punti ancora aperti e sul   quale non c'è ancora un’indentità di vedute". Il doppio passaggio   Camera-Senato rimerrà immutato per l’approvazione dei trattati   internazionali e leggi di rilievo primario come la finanziaria, la   legge comunitaria e le leggi che modificano l’assetto costituzionale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    06 Marzo 2012 - 09:09

    e perché non anche il PDL? che in più ha i soldi di Burlesque?

    Report

    Rispondi

  • acstar

    06 Marzo 2012 - 09:09

    Non basta, devono arrivare al 50%! E sarebbero già troppi "animali" papponi alla "mangiatoia"!

    Report

    Rispondi

  • Angeli1951

    06 Marzo 2012 - 09:09

    Ma chi ci crede alla riduzione delle poltrone ai boss politicanti? Sarà come la promessa fatta da questo governicchio di eliminare le provincie per poi aumentarne i posti alle greppia. O come la presa in giro di eliminare 1.500 dipendenti inutili e strapagati a palazzo Chigi, li manderano a spasso o li "pensioneranno" a spese dei soliti stolidi itaglioni caricandoli all'inps o a qualche altra falsa azienda privatizzata.

    Report

    Rispondi

  • francesca.gatti

    06 Marzo 2012 - 07:07

    Non hanno proprio capito che la loro credibilità si avvicina allo zero. Dopo la beffa del taglio agli emolumenti che è caduta nel dimenticatoio, questi ci riprovano proponendo un taglio che dire assurdo è poco. Erano partiti da un taglio del 50% e mano mano restringono la forbice. Parassiti al potere che aggirano le volontà dei cittadini con i loro esborsi estesi anche ai non votanti. Questa proposta ridicola e insultante finirà per affossarli definitivamente nella loro credibilità. Attualmente non servono a nulla. Noi li manteniamo cornuti e mazziati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog