Cerca

Il prete anti camorra accusa "Saviano uguale a Schettino"

Don Luigi Merola, sotto scorta da 8 anni per la sua battaglia contro la mafia: "Non doveva andare via da Napoli"

Il prete anti camorra accusa "Saviano uguale a Schettino"

Saviano come Schettino. Non ha dubbi il prete anticamorra don Luigi Merola nel giudicare lo scrittore che ha abbandonato la sua terra dopo le minacce dei clan. Anche lui, ex parroco di Forcella sotto scorta da otto anni, di buoni motivi per andarsene dalla Campania, ma non lo ha fatto, perchè crede nella sua battaglia per la legalità. E così ieri, ad Aversa, epicentro della camorra casalese, ha tuonato pubblicamente contro Saviano: "Ci ha lasciati nella tempesta come il comandante quando va via dalla nave che affonda". E ancora: "Ha avuto il grande merito di accendere un riflettore sulla camorra, ma non doveva andare via da Napoli e dalla Campania. Doveva restare qui, in mezzo a noi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sarov

    25 Maggio 2013 - 14:02

    e solo un codardo che a tratto guadagno dai dolori altrui e poi e scappato

    Report

    Rispondi

  • roda41

    12 Marzo 2012 - 09:09

    avrà pensato MA CHI ME LO FA FARE??giovane a fare questa vita e chi me lo ha fatto fare?

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    11 Marzo 2012 - 16:04

    andandosene, saviano ha praticamente ha gettato il sasso e nascosto la mano; anche se lo stagno nel quale ha gettato il sasso era già saturo .. quindi non è servito a niente se non a pretendere un riconoscimento che non merita.

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    11 Marzo 2012 - 09:09

    Non poteva rimanere in Campania, gli avrebbero dovuto mettere dei pannoloni e non poteva percepire gli assegni .

    Report

    Rispondi

blog