Cerca

Benzina mai così cara da 35 anni toccato il record del 1977

Il prezzo medio della verde torna ai livelli della crisi del petrolio: 1,85 euro al litro, Ma al centro arriva a 1,95

Benzina mai così cara da 35 anni toccato il record del 1977

Trentacinque anni fa c'erano le Alfetta e le Lancia Beta, le Renault 5 e Fiat 127. Ma molti andavano in bici o a piedi. Era la crisi del petrolio, che spinse il prezzo dei carburanti a livelli mai visti prima. Per risparmiare sul riscaldamento, i cinema facevano l'ultimo spettacolo serale alle 21. Oggi siamo tornati lì, in quella situazione. Ma il blocco del greggio attuato dai paesi, che fu la causa principale della cosiddetta "crisi del petrolio" degli anni Settanta, oggi c'entra poco. E' che il prezzo di benzina e diesel è "dopato" da un mare di tasse. E così il prezzo medio della "verde" è arrivato a quota 1,85 euro al litro. A prezzi attualizzati, come 1,856 del 1977. Ma in realtà, quel record è stato abbondantemente superato al centro dove le punte di prezzo arrivano a 1,95 euro al litro. Mentre il gasolio più caro è quello che si "pompa" al sud con 1,8 euro al litro contro una media nazionale di 1,76 euro.

La colpa di questa ultima, ennesima, impennata la si deve comunque anche alle compagnie petrolifere, che hanno effettuato nel fine settimana gli ennesimi ritocchi: Esso di 0,8 centesimi la benzina e di 0,5 il diesel, Q8 rispettivamente di 0,9 e 0,4 centesimi e TotalErg di 0,5 centesimi la sola verde. La soglia magica, o sarebbe meglio dire tragica, dei 2 euro al litro è sempre più vicina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Satanasso

    12 Marzo 2012 - 20:08

    Fanno bene i politici a prendere a pesci in faccia il Popolo Bue tartassandolo di tasse...Sanno che gli italiani sono un Popolo di passivi formato da donne che guardano le telenovelas e gli uomini al Bar dello Sport a guardare il Milan-Inter. In un altro Paese,penzolerebbero tutti dalla forca. Pagate e tacete...

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    12 Marzo 2012 - 19:07

    'sta benzina non fa che aumentare! Porca miseria,ma cosa vogliono, scatenare una guerra! Non se ne può più, boicottiamo (peccato che per molti l'uso dell'auto sia praticamente obbligatorio)

    Report

    Rispondi

  • PartitoDemagogico

    12 Marzo 2012 - 18:06

    e basta. Fintanto che la gente fara' la fila nelle ore non self-service dove si risparmia un poco e fintanto che nessuno fara' mai caso alle (seppur piccole) differenze di prezzo i petrolieri bastardi continueranno per la loro strada. O iniziamo a boicottare, una settimana alla volta, una compagnia e poi la'altra oppure la corsa si arrestera' solo quando diventera' insostenibile anche andare a lavorare e la benzina rimarra' nelle bonze. Oppure qualcuno iniziera' a dar fuoco ai distributori (o a saccheggiarli, e' uguale) finche' non si daranno una regolata.

    Report

    Rispondi

  • oasis77

    12 Marzo 2012 - 18:06

    Tanto loro girano in auto blu con scorta annessa... mica vanno a fare il pieno il lunedì per andare a lavorare per 1000 euro al mese.. Fate schifo... Voi e il cartello dei petrolieri.. Bisognerebbe che ci organizzassimo con machete e fucili a pompa ed ammazzarvi tutti.. Mettetela già a 2 euro netti tanto è lì che arriveremo..

    Report

    Rispondi

blog