Cerca

Ostaggio ucciso in Nigeria, D'Alema: Battaglia, non blitz

Lamolinara, capo Copasir: "Dall'Inghilterra servono chiarimenti, vicenda condotta in modo non ragionevole". Funerali a Gattinara

Ostaggio ucciso in Nigeria, D'Alema: Battaglia, non blitz

Serve "un ulteriore chiarimento con le autorità britanniche" sulla morte dell'ingegnere Franco Lamolinara, perché l'operazione condotta dalle teste di cuoio inglesi per liberare l'ostaggio italiano e quello inglese rapiti in Nigeria nel maggio 2011 "doveva essere un blitz e invece è stata una battaglia durata almeno un'ora e mezza". Su questo e altri elementi il presidente del Copasir Massimo D'Alema è intervenuto nel corso dell'audizione del direttore dell'Aise, Adriano Santini, a Palazzo San Macuto. "La vicenda non è una vicenda che risulti essere stata condotta secondo i criteri che sarebbero ragionevoli", ribadisce D'Alema, secondo cui "si conferma la necessità che gli organi competenti assumano più precisi elementi informativi dalle autorità inglesi in merito allo svolgimento dell'operazione e alle iniziative poste in essere precedentemente". Il Copasir ascolterà dopodomani in audizione sulla vicenda il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, alle 14.30 e nella stessa giornata ascolterà il direttore generale del Dis, prefetto Gianni De Gennaro. Nel frattempo, domani alle 16.30, nell'Aula di Palazzo Madama al Senato si svolgerà l'informativa del ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata, che affronterà anche la questione dei due marò italiani agli arresti in India.

I funerali a Gattinara - Intanto nel tardo pomeriggio a Gattinara si sono svolti i funerali di Lamolinara. Un lieve malore ha impedito ad Anna, moglie dell'ingegnere rapito e ucciso, di partecipare a tutta la cerimonia di tumulazione della salma del marito nel cimitero della cittadina in provincia di Vercelli. Durante la cerimonia, alla quale ha partecipato il ministro Terzi, la donna si è sentita male ed è stata portata via, insieme al figlio Mattia. Nel cimitero è rimasta la figlia Nicole, insieme a parenti, amici e autorità. La giovane, 16 anni, salita sull'altare è scoppiata a piangere e non è riuscita a leggere il messaggio che aveva preparato. L'ha fatto, dopo un lungo applauso alla ragazza, un amico per lei. "Hai visto quanta gente c'è per te papà? Nessuno si aspettava una fine del genere papà. Dolce notte papà!".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vin43

    12 Marzo 2012 - 20:08

    D’Alema sostiene: «Doveva essere un blitz e invece è stata una battaglia durata almeno un'ora e mezza». E ancora: «Che non sia stata condotta secondo i criteri che sarebbero ragionevoli». E allora dimostrasse come si fa. Abbiamo i due marò da portare a casa. Unica soluzione perché a quanto sembra sono falliti tutti i tentativi diplomatici.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    12 Marzo 2012 - 20:08

    Teste di c@@@o e ci trattano pure da imbecilli:come al solito,con gli Italiani!

    Report

    Rispondi

blog