Cerca

Verdura, energia e trasporti: cosa rende poveri gli italiani

Cattive notizie dall'Istat: inflazione aumenta dello 0,4%, carrello della spesa mai così caro dal 2008

Verdura, energia e trasporti: cosa rende poveri gli italiani
A febbraio l'inflazione è cresciuta dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 3,3% nei confronti di febbraio 2011 (era +3,2% a gennaio). Lo comunica l'Istat   secondo cui il dato definitivo conferma la stima provvisoria.L'inflazione acquisita per il 2012 è pari all’1,9 per cento. L’inflazione acquisita per il 2012 è pari all’1,9%. L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende invece al 2,2% dal 2,3% di gennaio 2012. Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo sale al 2,3% (era +2,2% a gennaio). La lieve accelerazione dell’inflazione deriva dall’aumento del tasso di crescita tendenziale dei prezzi dei beni (+4,2%, dal +3,9% di gennaio 2012), soltanto in parte compensato dal calo di quello dei servizi (+2,2%, dal +2,3% del mese precedente).

Carrello della spesa - Il riflesso diretto è sui prezzi del carrello della spesa, che salgono del 4,5% su base annua. Secondo l'Istat si tratta del rialzo maggiore dall'ottobre del 2008. Da un punto di vista settoriale, i più rilevanti motivi di aumento derivano dagli alimentari non lavorati e dai beni energetici non regolamentati (per entrambi +1,7%). Particolarmente forte è stato l’aumento dei prezzi dei vegetali freschi (+8,7% in termini congiunturali). Un impatto  significativo deriva anche dall’aumento congiunturale dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+0,8%). I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza subiscono forti rincari, aumentando dello 0,7% su base mensile e del 4,5% su base annua (+4,2% a gennaio).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 654321

    13 Marzo 2012 - 17:05

    le banane sono aumentate a dismisura...la causa? Le comprano tutti i compagni del passo indietro!!!M.gorb

    Report

    Rispondi

  • angelo196

    13 Marzo 2012 - 17:05

    è monti che ci fa diventare piu' poveri con le sue tasse assurde e in piu' ci toglie fiducia nel futuro. mandatelo a casa

    Report

    Rispondi

  • 654321

    13 Marzo 2012 - 17:05

    ...ma che importa ora non c'e' piu il Silvio!! Prima il Bersani con il sigaro in bocca diceva che gli Italiani non arrivano alla fine del mese ! Ora fai caso nel blog tutti gli infiltrati non si preoccupano per niente!! NESSUNO, discute di questo, solo di condanne mancate e porcate varie, ma nessuno evidentemente e' preoccupato!! Ora sguazzano nel benessere anti Silvio!! Qualche intrepido visionario dalla eccelsa mente dice pure che se siamo ridotti cosi e' perche 'il Silvio non ha fatto niente!!Parla loro del bunga bunga e vedrai che farano il ruttino, perche avranno digerito tutta l'abbondanza di ora!! Gli astutissimi compagni imbrancati assumono ora poco fosforo e il cervello ne risente, infatti non si ricordano che quando fu alzata l'iva di un punto erano tutti in piazza!! Miserabili, bugiardi, ora pagheranno caro il loro cronico disfattismo e molti di loro perderanno anche il lavori PERCHE' non si lavora!! Allora in piazza compagni , manifestate contro voi stessi 1 Ciao M.Gorb

    Report

    Rispondi

  • ellemanga

    13 Marzo 2012 - 14:02

    Il governo dei burocrati e' un governo di predoni, rozzi e incapaci. Possono avere tutte le lauree che vogliono. Sanno solo tassare e per fare quello basta la V elementare. Perdono a tempo a parlare di niente con i sindacati (che sono fra le cause della spesa pubblica enorme) e non dicono niente del prezzo scandaloso dei carburanti. Ci stanno portando alla miseria, in nome della coesione sociale (una balla per livellare tutti verso il basso). Hanno rubato ai pensionati la perequazione, mentre l'inflazione sale. Hanno rubato a chi ha risparmiato per comprare la casa dove abita. Hanno ridotto i cittadini a sudditi. Cos'altro potevano fare? Peggio di così', non credo. Non passera' molto tempo che rimpiangeremo Berlusconi e credo che lui sia in attesa, sulla riva del fiume. Farebbe meglio a togliere l'appoggio al governo dei predoni e smetterai di rendersi complice della rovina totale dell'Italia. Non e' la Cina che e' vicina, bensì' la GRECIA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog