Cerca

Sollecito vola dalla Knox Colloquio a Seattle

Raffaele e la sua ex si incontreranno in America dove il ragazzo ha un appuntamento con la Microsoft

Sollecito vola dalla Knox Colloquio a Seattle

Raffaele Sollecito e Amanda Knox potrebbero rivedersi domani, a Seattle, per la prima volta da quando sono stati rimessi in libertà dal tribunale di Perugia. Il loro ultimo incontro risale a cinque mesi fa, nell’aula della Corte di Appello che, ribaltando la sentenza in primo grado, li assolse dall’accusa di aver ucciso Meredith Kercher.   Adesso il nuovo incontro: i due ex fidanzati si rivedranno probabilmente a casa di lei, in occasione di un ritrovo famigliare intimo. Ne dà notizia la stampa britannica: improbabile, sempre secondo i tabloid, che i due possano reiniziare una relazione: Lei adesso è legata a un suo amico di sempre, James Terrano, un musicista, con cui convive in un appartamento nella Chinatown di Seattle; lui sarebbe fidanzato con una giocatrice di pallavolo.

Colloquio di lavoro - Sollecito ha varcato l’Atlantico, accompagnato dal padre e dalla sorella, per un colloquio di lavoro con la Microsoft, sollecitato dal patrigno di Amanda, Christopher Mellas: un colloquio di lavoro che gli darebbe la possibilità di "sfuggire alla pressione" in Italia e di lasciarsi alle spalle i "quattro anni in prigione". Negli Usa, il ragazzo potrebbe anche incontrare un agente letterario, per mettere a punto i dettagli di un accordo per un eventuale libro di memorie. Nelle scorse settimane, si è saputo che la Knox ha firmato un accordo di 2,5 milioni di dollari con la Harper Collins per "il completo e inflessibile" racconto della sua esperienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    16 Marzo 2012 - 20:08

    FUORI DAI PIEDI!!!

    Report

    Rispondi

  • sirios

    sirios

    15 Marzo 2012 - 16:04

    Trovo ottima l'idea di allontanarsi dalle grinfie di una giustizia farlocca . Ormai si è ben capito che certa magistratura e certi investigatori creano prove ad arte e l'emblematico delitto di Perugia ne è costanza . Il suo tributo questo ragazzo l'ha pagato a caro prezzo ed è sicuramente meglio che si rifaccia una vita fuori dal confine italiano . Volere dei "colpevoli" a tutti i costi è giustizia da quattro soldi .

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    15 Marzo 2012 - 16:04

    Fa bene ad andarsene in America...Li almeno gli danno un lavoro,e pure alla Microsoft, mica micio-micio bau-bau ! Con le sue memorie dal carcere potra' mettere da parte un bel gruzzoletto e iniziare una vita in un Paese che si prendera' cura anche dei suoi figli che parleranno inglese e avranno tante opportunita'...In Italia sarebbe destinato al fallimento,come tutti gli altri giovani che non se ne vanno via !

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    15 Marzo 2012 - 15:03

    "Batte da luccu per non pagare dazio"Proprio qualche mese fa affermavo"questo appena possibile fa il salto del fosso"Non mi sbagliavo.Ufficialmente parte per un colloquio di lavoro alla Microsoft presso la quale verrà assunto...Quindi qua non ritornerà piu fino a che campa avendo il lavoro che gli permetterà di mettere su famiglia con la sua degna compare.Scommettiamo?

    Report

    Rispondi

blog