Cerca

Muore bimbo di due anni Giallo: il patrigno s'impicca

Tragedia nel Sulcis, in Sardegna: mamma ferita dopo litigio col compagno. Il figlio, 2 anni, senza segni di violenza

Muore bimbo di due anni Giallo: il patrigno s'impicca

E' ancora mistero sulla morte del piccolo Mirko, il bimbo di 2 anni rimasto ucciso nella tragedia del Sulcis in Sardegna. Sul corpo il medico legale Roberto Demontis, che eseguirà l’autopsia, non ha trovato tracce evidenti di violenza. Secondo quanto riferito dai familiari del piccolo Mirko, il padre naturale la sera prima aveva portato a casa degli antibiotici perché Mirko aveva l'influenza da tre giorni. LA tragedia era avvenuta giovedì mattina alle 8, quando la madre del piccolo, Daniela Sulas, 23 anni, ha avuto un litigio con il nuovo compagno, Igor Garau, 35 anni, un disoccupato che si dilettava a realizzare sculture su legno e pietra, come lui stesso aveva scritto sul suo profilo Facebook. Nella cucina della loro abitazione di via Calasetta 104, la ragazza è stata ferita alla testa con alcune martellate. Sanguinante è uscita in strada, dove è stata raggiunta, tra gli altri, dal fratello di Igor Garau, che l’ha accompagnata all’ospedale Sirai di Carbonia, mentre i vicini di casa aspettavano i carabinieri. Un’equipe del 118 ha cercato, invece, di prestare soccorso al piccolo, trovato poco dopo in casa, ma per lui non c'era più niente da fare.  

Il padre si impicca - Fuggito a piedi dopo l’aggressione, Igor Garau ha dapprima lasciato il martello nella vicina casa della madre, poi è andato a impiccarsi poco lontano in campagna, a un albero di fichi, senza lasciare alcun messaggio. La decisione del suicidio - ipotizzano gli inquirenti - sarebbe stata maturata immediatamente dopo la lite con la compagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog