Cerca

Rapina in villa a Perugia Ricercato terzo romeno

Dopo l'arresto di due romeni, i carabinieri di Perugia a caccia del complice della banda che ha ucciso il bancario Luca Rosi

Rapina in villa a Perugia Ricercato terzo romeno

Ci sarebbe stato un terzo membro della banda, quella tragica sera del 2 marzo, quando nel corso di una rapina in villa a Città di Castello, in provincia di perugia, è stato ucciso il bancario Luca Rosi. I carabinieri lo stanno cercando in queste ore, dopo che ieri, a Gorizia, erano stati fermati Ghiorghita Iulian e Aurel Rosu. I due romeni stavano rientrando tranquillamente in Italia dopo essersi rifugiati al paese natale nei giorni immediatamente successivi la mortale rapina. I carabinieri li stavano tenedo d'occhio. Ora sono in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    18 Marzo 2012 - 23:11

    no, non rimpatriati! Intendo a casa dei maledetti che li difendono, politici e non.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    17 Marzo 2012 - 19:07

    faccia dire alle bestie che odiano Berlusconi e verranno subito messi in liberta'

    Report

    Rispondi

  • ceccopeppe1940

    17 Marzo 2012 - 15:03

    ormai ti sei offerto per primo e mi hai fregato. comunque sia ti serve un viceboia? Nessun imbecille osceno buonista ci venga a parlare di perdono,come quel demente di giornalista che ha avuto il barbaro coraggio in un TG di chiedere al padre se era disponibille al perdono.Ma vi rendete conto..........Bando alle chiacchiere,qualcuno,lo stesso giornale che ci ospita deve farsi promotore di un referendum sulla applicabilita' della pena di morte per delitti di particolare gravita e ferocia come questo.Se aspettiamo i nostri politici, maestri del furto senza frontiere,stiamo freschi.

    Report

    Rispondi

  • tinverpier

    17 Marzo 2012 - 13:01

    offresi boia per garrotare quei due bastardi ed in attesa del terzo, appena verrà consegnato compenso richiesto : una stretta di mano ai famigliari del povero giovane a lavoro eseguito

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog