Cerca

Ritorna violenza dei No Tav: Milano, incendiata banca

Corteo degli indignati, danno a fuoco una vetrina di una filiale Unicredit. Un giovane fermato con spranghe e passamontagna

Ritorna violenza dei No Tav: Milano, incendiata banca

Gli indignati rovinano il sabato pomeriggio di Milano, blindata per il loro corteo che terminerà con l'occupazione simbolica di Piazza Affari. Il corteo era partito tranquillamente, in un tripudio di bandiere e striscioni No Tav. In zona Porta Romana i manifestanti hanno dato vita a un blitz contro una filiale di Unicredit, e hanno dato fuoco a una vetrina della banca: l'incendio è stato subito domato. Pochi minuti dopo i violenti si sono esibiti in un nuovo raid, murando l'ingresso di una filiale della banca Bnl.

Fermato un ragazzo - Il corteo, da giorni, era nel mirino delle forze dell'ordine per la paura di possibili infiltrazioni da parte dei black bloc, pronti a mettere a ferro e fuoco Milano e a scagliarsi contro la polizia. La tensione era cresciuta nel corso di sabato mattina, quanto un ragazzo è stato fermato sulla A1: era partito da Napoli e si dirigeva a Milano con mazze, spranghe e passamontagna. Il pullman su cui viaggiava il ragazzo è stato fermato dai carabinieri all'altezza di Melegnano: a bordo c'erano altre spranghe.

Gli elicotteri pattugliano - Per la paura delle violenze, nel centro del capoluogo lombardo, diversi esercenti hanno abbassato le saracinesche dei negozi. Nella zona di Porta Romana, a causa della manifestazione, il traffico era andato in tilt. Sul cielo di Milano continua il pattugliamento degli elicotteri delle forze dell'ordine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    03 Aprile 2012 - 11:11

    vedrete che sono tutti , dico tutti , ragazzini , il che non depone a favore della serietà di tali manifestazioni. Come sappiamo i ragazzini si manipolano facilmente e non si può dire che siano molto preparati...

    Report

    Rispondi

  • roda41

    02 Aprile 2012 - 18:06

    Qua facciamo la fine della Libia!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    02 Aprile 2012 - 09:09

    Non sapete che la mafia sta al Sud ed ha la mano armata?Ma dietro alla mano c'è sempre un cervello.Provate a guardare che giri hanno al Vaticano.Sindona e Calvi docet.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    02 Aprile 2012 - 09:09

    Se i gentili nullafacenti dei centri sociali prendessero gli attrezzi raffigurati sulla loro lercia bandiera,vale a dire la falce ed il martello,diventerebbero tutti campioni olimpionici particolarmente nella disciplina del lancio del martello.Martello=lavoro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog