Cerca

Bambino disabile: il prete rifiuta di dargli l'ostia

Un ragazzo di 9 anni che soffre di ritardo mentale escluso dall'Eucarestia. Il parroco: "Incapace di intendere e volere"

Bambino disabile: il prete rifiuta di dargli l'ostia

Disabile, per questo escluso dal rito della Comunione durante la messa. Piergiorgio Zaghi, un prete di Porto Garibaldi, provincia di Ferrara, ha deciso di non dare l'ostia a un bambino di quarta elementare che soffre di un ritardo mentale: "Non è in grado di intendere e volere", sarebbe la motivazione del parroco. L'episodio risale a giovedì scorso, quando tutti i bambini che faranno la prima Comunione a maggio erano pronti per ricevere il sacramento in anteprima. Tra lo stupore dei presenti, il bambino in questione è stato saltato da don Zaghi.

Il prete perplesso - Il sacerdote di Porto Garibaldi aveva già espresso le sue perplessità ai genitori del bambino disabile riguardo la sua formazione spirituale, ma alla fine aveva acconsentito a un percorso personalizzato che si avvaleva anche di dvd creati a tale scopo. Solo giovedì ai familiari del piccolo è stata comunicata la decisione, ma a seguito delle loro insistenze il parroco li ha invitati ad assistere ugualmente alla funzione. Questo invito ha illuso i genitori, ma al momento dell'Eucarestia, il bambino non ha ricevuto il sacramento come tutti gli altri coetanei.

La piazza si divide - Al termine della funzione, la polemica ha coinvolto la comunità. Alcuni fedeli si sono schierati a favore della decisione del parroco, altri dalla parte del bambino. I compagni di classe si sono rivolti direttamente a don Piergiorgio, nella speranza di fargli cambiare idea. Il religioso si è sentito attaccato e ha sottolineato il disappunto nell'omelia di venerdì, ma allo stesso tempo ha confessato che non esiste alcun motivo per negare l'Eucarestia a chi è incapace di intendere e di volere. Anche il Papa nel 2007 aveva esortato il clero ad "assicurare la comunione eucaristica, per quanto possibile, ai disabili mentali, battezzati e cresimati: essi ricevono l'Eucaristia nella fede anche della famiglia o della comunità che li accompagna”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gaspare.caronia

    12 Marzo 2015 - 14:02

    Non voglio neanche parlare di vergogna o discriminazione perché la chiesa non conosce ne vergogna e ne pudore! Voglio solo dire; allora perché non togliere il Battesimo ai neonati in una eta che non comprendiamo nulla e macchiarli col battesimo! E non mettere il battesimo in età maggiorenne in modo che una persona sa cosa sta facendo e cosa è realmente la chiesa per i credenti. Per noi atei sap

    Report

    Rispondi

  • roda41

    16 Aprile 2012 - 20:08

    LA bellezza di 10-12 APPELLATIVI DEI PIù OFFENSIVI CONTRO I MERIDIONALI E DI GRANDE ci vedo solo un razzismo e una inciviltà peggiore di quella attribuita agli accusati.Chiedesse scusa pure ,se mai ne fosse capace,del suo parossismo razzista per cui se uno del Nord viene trovato in fallo,è perchè è di origine meridionale.IL MASSIMO!!!!!!!!Non ho capito bene se è verità o no questa del prete e allora si scusassero pure i giornalisti,se errano o propinano notizie non veritiere,in buona o mala fede,non si sa.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    12 Aprile 2012 - 20:08

    Sei un grande,potevi tergiversare ,invece sei andato direttamente a scusarti.Ti ammiro.Colgo l'occasione per salutare il dott.Gasparotto.Ciao a tutti,anche a Tubini e alla meravigliosa clugshi .

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    12 Aprile 2012 - 19:07

    Cari miei,il forum è fatto per confrontarsi e magari andare anche sulle righe.Un po' di pepe non guasta. Perciò penso che chiedere scusa sia superfluo.Siamo nel virtuale.E le scuse sono anch'esse virtuali,rivolte non si sa a chi. Comunque scusate. Però tutti dovremmo chiedere scusa prima o poi. Ricordate Dante?"Né pentere e volere insieme puossi.." Non si può assolvere il peccatore che non si pente, né è possibile pentirsi e peccare nel contempo, per la contraddizione che non lo consente". Fuor di metafora,spero che nostre le scuse siano sincere. Comunque ,a voi che siete credenti a tutto tondo,consiglio di leggere Enzo Bianchi ed andare su :www.uominieprofeti.rai.it .Ove è possibile seguire le sue illuminate deduzioni sui profeti e sulla bibbia. Saluti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog