Cerca

Padre Rambo ha 13 fucili: imbarazzo in Vaticano

Il cardinale Domenico Calcagno, uno dei più potenti in Italia, possiede un'enorme collezione di armi da fuoco: va a caccia

Padre Rambo ha 13 fucili: imbarazzo in Vaticano

Padre Rambo. Questo il soprannome che è stato dato al monsignore per la sua particolare (e imbarazzante per il Vaticano) passione per le armi da fuoco. Il protagonista della vicenda è il cardinale Domenico Calcagno, ex responsabile degli affari economici della Cei e attuale capo dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, l'ente che si occupa delle proprietà della chiesa.

La super collezione - Il prelato, 68 anni, è titolare di una collezione di armi che farebbe invidia a qualunque appassionato: possiede tredici tra fucili e pistole (tra le altre la magnum Smith & Wesson calibro 357, la carabina Remington 7400 calibro 40.06, l'Hatsan Escort, un fucile a pompa tra). La particolare passione di monsignor Rambo è stata svelata dal sito Savonanews, che ha fatto luce sulla vicenda dopo una denuncia del 2006 delle propiretà del prelato, che risulta iscritto al tiro a segno nazionale e che nel tempo libero si diletta con l'hobby della caccia.

L'imbarazzo - Il Vaticano ha appreso con imbarazzo la notizia del prelato-mitragliere. Le reazioni che sono filtrate mostrano l'imbarazzo per il fatto che uno dei più potenti cardinali d'Italia ami sparare, nonostante il fatto che la sua passione sia solo un hobby, quello della caccia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    14 Aprile 2012 - 12:12

    il caso di Elisa,il caso del delinquente sepolto in chiesa,ora le armi,.........siamo nella mafia rossa oltre la bianca dei medici,la nera della mafia e ...potremmo riempire l'ARCOBALENO.

    Report

    Rispondi

  • Noidi

    12 Aprile 2012 - 12:12

    I casi sono due: O Lei era ironico, e va bene. Oppure ha scritto quelle cose seriamente, e qui direi di smetterla di prendere sostanze stupefacienti, perchè Lei sta allucinando.

    Report

    Rispondi

  • gian60

    12 Aprile 2012 - 12:12

    Questa notizia, se vera (?), illumina moltissimo sui personaggi in vista, di ogni risma, che inquinano il nostro mondo. Costui non ha capito una mazza, nè per l'aldiquà, nè per l'aldilà, e pretenderebbe di essere il mio pastore? Un consiglio: si rinchiuda in una cella di un remoto monastero e mediti, soprattutto mediti ed in caso di tempo libero, mediti. P.S. - a fronte di dubbi: meditare non vuol dire pensare sempre alla propria panza ...

    Report

    Rispondi

  • blues188

    12 Aprile 2012 - 11:11

    Lei appare confuso. Dice che gli animali non hanno l'anima, e lo scrive riferendosi all'anima umana, senza capire che esiste una differenza notevole. GMTubini ben dice che è una creatura di Dio ma aifide volutamente confonde le idee, parlando di organizzazione clericale, di individui che allignano e altre piacevolezze che lasciano intravedere una serenità perduta, e si scaglia contro tutto ciò che è Chiesa. Se questo vescovo ha la passione delle armi si può non condividere, ma non condannare. Va detto che tutti gli animali hanno un'anima (per quello si chiamano animali e non vegetali) ma l'unica anima destinata al paradiso/inferno è quella umana, poiché simile a Dio (lo scrive la Bibbia). Quindi io non condivido che si uccidano per proprio piacere o divertimento gli animali, ma sarei ipocrita se dicessi che queste cose non si fanno, visto che mangio polli e conigli, mucche e cavalli trasformati in bistecche (Monti permettendo)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog