Cerca

Top manager, stipendi d'oro Costano come i partiti

Ecco quanto guadagano i super dirigenti delle società quotate in Borsa in tempi di crisi: in un anno 134 milioni a 50 di loro

Top manager, stipendi d'oro Costano come i partiti

In Italia ci sono cinquanta supermanager che nel 2011 hanno incassato somme pari a 134 milioni, una cifra molto vicina ai 170 milioni che i partiti aspettano di incassare con la rata annuale del prossimo luglio. Ma complessivamente i top manager delle società quotate in Borsa, costano almeno il trilplo, una cifra vicina ai 500 milioni. Il Fatto Quotidiano pubblica l'elenco dei top manager più pagati. Nonostante la crisi, loro si aumentano lo stipendio a spese dei piccoli azionisti-

Posto fisso milionario Il più pagato è Marco Tronchetti Provera con 22 milioni cash, al secondo posto, sempre in Pirelli, ci sono i dieci milioni di Francesco Gori. Paolo Scaroni, amministratore delegato Eni, nel 2011, ha guadagnato 5 milioni e 884mila euro. Luca Cordero di Montezemolo, di Fiat Ferrari, si piazza al quarto posto con i suoi 5.884. A prima vista, scrive il Fatto Quotidiano, sembrerebbe cheil gran capo della Fiat, Sergio Marchionne (nella foto) sia stato costretto a tirare la cinghia nel 2011: i suoi compensi cash sono calati di quasi un milione di euro, da 3,4 a 2,4 milioni. Ma è solo un'impressione perché gran parte del compneso del manager del Lingotto viene pagato in azioni.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    14 Aprile 2012 - 11:11

    I top manager della grande industria privata, alla fine, li paghiamo noi, con i nostri soldi, esattamente come quelli pubblici! Non siate ingenui!

    Report

    Rispondi

  • D.P.F.

    14 Aprile 2012 - 09:09

    Non mi sento di criticare in pieno anche se il differenziale con quanto percepiscono i lavoratori è assolutamente spropositato. Infatti i super manager con i loro operato A) gravano su i bilanci di società private B) con la loro capacità creano e mantengono occasioni di lavoro per migliaia di persone. C) se non funzioni, ti cacciano. Nel pubblico invece ti fanno senatore a vita.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    13 Aprile 2012 - 16:04

    Sono privati, con tutti i difetti ed i pregi dei privati che da soli portano avanti questo paese senza il minimo aiuto dello stato... aiuto legale e pragmatico intendo, leggi ad hoc a parte.

    Report

    Rispondi

  • alberto 1

    13 Aprile 2012 - 14:02

    Allora proponiti tu tu alla Fiat, al posto di Marchionne ma con stipendio ridotto Se sei così bravo gli Agnelli ti accoglieranno a braccia aperte!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog