Cerca

Difende l'incasso di 300 euro Salumiere ucciso da rapinatori

Un uomo di 40 anni reagisce ai malviventi che entrano in negozio che sparano un colpo di pistola, colpendolo in viso

Difende l'incasso di 300 euro Salumiere ucciso da rapinatori

Un salumiere di 40 anni, sposato con due figli (di 9 e di 5 anni), è stato ucciso venerdì sera nel suo negozio, a Ruvo di Puglia in provincia di Bari. L'uomo avrebbe reagito a una rapina messa a segno da quattro uomini per difendere ,l'incasso della giornata che, da prime ricostruzione, sembrerebbe essere di soli 300 euro.

Indagini e ricostruzione - I militari hanno trovato nella bottega un solo bossolo di pistola. L'arma ritrovata sarà sottoposta all'esame balistico per accertare se sia stata quella utilizzata per uccidere il commerciante. Proseguono le indagini dei carabinieri per risalire agli autori della rapina in cui è stato ucciso un salumiere di 40 anni, a Ruvo di Puglia in   provincia di Bari.   Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri quattro persone a volto scoperto avrebbero fatto irruzione nella  salumeria venerdì sera intimando al gestore di consegnare l’incasso. Forse ad un   tentativo di reazione del proprietario uno dei quattro rapinatori ha   risposto sparando un colpo di pistola, colpendo in pieno viso il   salumiere. Il 40enne è morto sul colpo. I banditi, fuggiti a piedi,   sarebbero stati visti da una pattuglia dei vigili urbani presente in   zona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    17 Aprile 2012 - 11:11

    assurdo!!!

    Report

    Rispondi

  • darkstar

    15 Aprile 2012 - 17:05

    Nonostante l'ondata di rapine, da parte di una criminalitá sempre piú violenta e sempre piú impunita se qualcuno si difende, eliminando il criminale immediatamente scattano le accuse di omicidio ed eccesso di difesa. Ma dalla parte di chi sta lo stato ?

    Report

    Rispondi

  • tinverpier

    15 Aprile 2012 - 10:10

    speriamo li trovino e li trovino subito ......poi per distrazione o mancnza di prontezza se li lascino sottrarre dalla folla inferocita..... 100 o forse 1000 boia sono gà pronti per l'esecuzione che deve essere lenta e dolorosa.... perché se li lasciamo alla magistratura saranno liberi entro il 2015.... condoglianze e solidarietà alla famiglia di questo eroe

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    15 Aprile 2012 - 01:01

    finchè i balordi, pezzenti e ladri saranno trattati coi guanti bianchi non cambierà nulla. Troppi umanitarismi, diritti umani, intoccabilità del delinquente... la feccia va punita con la massima durezza. Lavori forzati a vita per la comunità, incatenati fra loro, a lavorare peggio delle bestie fino alla morte. Basta difendere la merda criminale, basta, basta, basta.

    Report

    Rispondi

blog