Cerca

Pisapia, il sindaco fa l'attore Ecco la serie-tv Pisandel

La parodia del sindaco diventa un tormentone sul web, una miniserie in tre puntate: utilizza i filmati del comico francese Fernandel

Pisapia, il sindaco fa l'attore Ecco la serie-tv Pisandel

Forse non lo trasformerà in una nuova star cinematografica. Ma la miniserie tv in tre puntate, che ruota intorno alle avventure di Pisandel, è comunque destinata a trasformare la parodia del sindaco Pisapia - inconsapevole protagonista della storia - in un nuovo tormentone sul web. La serie, che è stata realizzata dallo scrittore e giornalista milanese Claudio Bernieri e che è visibile sul sito internet www.milanosmarritatv.net, oltre che su youtube, utilizza infatti filmati del comico francese Fernandel, storico interprete di Don Camillo e delle sue battaglie con il sindaco comunista Peppone, interpretato da Gino Cervi. E lo fa per raccontare, attraverso l’utilizzo delle didascalie e del sottofondo musicale tipico dei film muti, le disavventure di Pisandel.

La miniserie ironica su Pisapia
Guarda il video su LiberoTV

Situazioni paradossali - Filo conduttore della miniserie, le difficoltà e le situazioni paradossali con cui il protagonista della storia si deve confrontare a causa delle decisioni da lui stesso prese con troppa leggerezza. Problemi che lo porteranno a pentirsi dapprima della scelta di imporre il velo alle donne milanesi, poi di quella di togliere le cancellate che chiudono il Parco delle Basiliche e, infine, di quella di allearsi con Mario Monti per sfidare Adriano Celentano, candidato Pd alle elezioni.

di Dino Bondavalli

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Aristogatto99

    17 Aprile 2012 - 14:02

    Pisapia è un dilettante.. non riuscirà a sperperare tutti i milioni di euro pubblici che ha sperperato la Moratti....

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    17 Aprile 2012 - 12:12

    Infatti bisognerebbe chiedere le verifica d'identità, quella di milanese nessuno gli la ha mai concessa, per capire se è stato eletto un 'Pippa' oppure Pisandel! Immaginando un referendum di popolarità, sono certo che i milanesi preferirebbero, di gran lunga, avere come Sindaco lo scomparso comico francese. Credo che al termine del mandato, di questo iper-incapace, si dovrà rimediare all'attuale catastrofico progetto di trasformazione della cultura milanese. Queste farneticazioni sono gestite da incapaci e da fancazzisti, Dopo i danni, quasi letali apportati alla cultura ed alla tradizione milanese, il lavoro sarà improbo. Sarà difficile ritornare alla normalità dopo che Milano è stata ridotta, per certi versi, alla stregua di una Chicago anni trenta oppure di una Babilonia. I milanesi sono consci del grave errore commesso nell'affidare la città a 'Pisapippa' che si è rivelato un vero e proprio novello Attila.

    Report

    Rispondi

blog