Cerca

L'imbeccata

Marino in tour vuole sedurre i turisti e portarli a Roma

Marino in tour vuole sedurre i turisti e portarli a Roma

Il programma è da giro del mondo in ottanta giorni. Fine febbraio: Miami, per un workshop. Marzo, Berlino per l’International Tourisme Bourse, e ancora Miami per il Cruise Shipping. Il 17 marzo a Mosca per un altro workshop, e nella capitale russa bisogna restare qualche giorno e presentarsi anche al Moscow International Travel & Tourism Exhibition. I primi di aprile, viaggio in Brasile, a San Paolo per il World travel market Latin America. Poi il 14 aprile a New York, e il 16 a Chicago, per due workshop. A maggio a Dubai per l’Arabian Travel market. E poi a Francoforte. E infine a giugno tappa obbligata ad Hong Kong, per l’International travel Expo. Ignazio Marino ha deciso di girare il mondo per sedurre i turisti stranieri e spiegare loro le bellezze di Roma.Il sindaco della Capitale ha deciso di non badare a spese, e ha finanziato un tour da maratoneta per i primi sei mesi del 2015, dove dovrà infilare anche una più banale capatina a Milano per la Borsa Internazionale del turismo. La squadra di Marino toccherà almeno 4 dei cinque continenti (l’Australia se l’è dimenticata), nella certezza che il tour porti buoni frutti. Nella delibera dove si è deciso a girare il mondo Marino infatti scrive che questo programma “consentirà a Roma capitale di fidelizzare mercati già solidi e contemporaneamente di fidelizzare l’immagine sui mercati emergenti e potenziali, incrementando i flussi turistici verso la cttà di Roma e promuovendo la città anche come sede di congressi e convegni, con una evidente ricaduta economica positiva per Roma Capitale e per tutta la filiera del turismo territoriale.

Di certa al momento c’è solo la spesa per queste missioni internazionali molto particolari. Ma il sindaco di Roma ha una giustificazione per ogni tappa. Anche per quella che sembra c’entrare meno, come la visita alla Cruise Shipping di Miami. Secondo Marino è occasione irripetibile, perchè  è “la più importante manifestazione a livello mondiale per il settore della cantieristica riservata esclusivamenyte agli operatori del settore, dato che il settore crocieristico vede una stretta collaborazione fra Italia e Stati Uniti, anche grazie a importanti acquisizioni aziendali”. E allora si parte, in crociera!

Continua a leggere su L'imbeccata di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maurizio.pasquini50

    13 Febbraio 2015 - 19:07

    tutto quello che si fa per Roma è..ben accetto.

    Report

    Rispondi

  • onollov35

    13 Febbraio 2015 - 10:10

    Fermatelo per favore. La Capitale non deve essere in vendita. E' la politica rossa che deve essere venduta.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    11 Febbraio 2015 - 23:11

    La seduzione furono le cosce della Brambilla...ma non erano gialle e fu un fallimento.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    11 Febbraio 2015 - 23:11

    E se pensiamo che la Brambilla fece una gita alla Muraglia cinese. Voleva comperarla? Torno' indietro senza l'ombra di un turista cinese, che invece spopolano in Francia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog