Cerca

L'imbeccata

Che opposizione! La Rossi gioca con la palletta e salva Renzi

Che opposizione! La Rossi gioca con la palletta e salva Renzi

Per due volte Forza Italia ha avuto la possibilità di mettere in minoranza il governo di Matteo Renzi e non l’ha fatto. E’ accaduto la sera di mercoledì 25 febbraio durante la votazione del decreto sull’Imu agricola. Abbiamo già scritto dell’assenza di 12 senatori azzurri che ha impedito passasse un emendamento che abrogava del tutto l’Imu sui terreni agricoli. Ma c’è stato un secondo incidente, a fine seduta. Poco prima del voto finale Stefano Candiani della Lega Nord ha chiesto la verifica del numero legale. Che c’era, per un solo voto: quello che veniva dalla postazione della forzista Maria Rosaria Rossi. La Rossi in realtà non era presente in aula, e per spiegare come mai dalla sua postazione si fosse acceso il voto decisivo, bisogna conoscere le furbizie e i trucchi che usano i parlamentari. Quando ci sono molte votazioni una dietro l’altra, molti senatori e deputati inseriscono la loro tessera nella postazione elettronica di voto, che così e attivata. Poi per non premere 100 volte di seguito con il ditino (potrebbe slogarsi) sui tasti “sì” o “no”, fanno una palletta di carta e la infilano dove andrebbe messa la loro manina (sul sì o sul no). La palletta viene rilevata elettronicamente come se davvero il dito premesse. Il problema è stato che quando Forza Italia ha deciso di uscire dall’aula (di questi tempi fa l’Aventino), la distratta Rossi si è dimenticata la palletta in postazione. Così al momento della verifica del numero legale la palletta che sostituiva la Rossi ha salvato con il suo voto decisivo il governo Renzi. Serata di gloria per un foglietto di carta appallottolato. Un po’ meno per Forza Italia…

Continua a leggere su L'imbeccata di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldo42

    04 Marzo 2015 - 12:12

    Era tutto premeditato da quello schifoso del silvietto bungarolo. Lui, ha da sistemare i suoi affari e le torri della RAI erano pi importanti di tutto il resto. Smettetela di rompere i coglioni con questo Pompetta nazionale e la sua F.I. formata da corrotti, corruttori, evasori, sporcaccioni, immorali, che antepongono i loro interessi a quelli della comunità. Sono bastadi dentro.

    Report

    Rispondi

  • alex333al

    03 Marzo 2015 - 01:01

    andrebbe espulsa dal partito subito, senza pensarci due volte. La palletta non può essere una dimenticanza, Ha lasciato la scheda inserita, quando si abbandona l'aula si leva tutto dalla postazione, non si lascia solo la scheda inserita e la palletta di carta sopra il pulsante. Io sento puzza di tradimento

    Report

    Rispondi

  • liliana.cianflone

    02 Marzo 2015 - 07:07

    ma come può una con quello sguardo perso ed assente essere la consigliera del cav??????? bah,bah.....

    Report

    Rispondi

  • ryckard56

    28 Febbraio 2015 - 07:07

    ormai forza italia è un partito di carta,come opposizione rimane solo la lega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog