Cerca

Microcredito

Allarme disoccupazione, in Puglia gli sportelli informativi per l'autoimpiego

Il progetto prevede informazione e formazione per i disoccupati di lungo periodo, per le donne over 50 e per chi vuole avviare una microimpresa

Allarme disoccupazione, in Puglia gli sportelli informativi per l'autoimpiego

Nascono in Puglia gli sportelli informativi per il microcredito. Obiettivo: promuovere l’autoimpiego attraverso un percorso di informazione e formazione mirati a recuperare quella fascia non bancabili della società, come disoccupati di lungo periodo e donne over 50, ma anche ad aiutare tutti coloro che vogliano avviare microimpresa in condizioni di difficoltà. E’ quanto prevede il progetto “Microcredito e Servizi per il Lavoro”, attuato dall’Ente Nazionale per il Microcredito, e presentato a Bari presso l’hotel Parco dei Principi nel corso del convegno “Una rete di sportelli informativi per il microcredito in Puglia: l’autoimpiego quale strumento per combattere la crisi”. 

Il progetto - Il progetto, che si inserisce nell’ambito delle attività cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo per il periodo di programmazione 2007-2013, mira infatti a creare una rete di servizi informativi, di orientamento e di accompagnamento sullo strumento del microcredito presso alcuni Centri per l’impiego, presso Comuni, Camere di Commercio delle Regioni di Calabria, Campania, Puglia, Sicilia. I Comuni che hanno risposto all’avviso della manifestazione di interesse, pubblicato a fine settembre con scadenza il 30 novembre sono il Comune di Monopoli, Torremaggiore, Torre S. Susanna, Nola, Mola, Conversano. Ad aderire è stata anche la Provincia di Lecce con dieci Centri per l’impiego. Ad aprire i lavori è stato il Capo progetto  Mario Esposito, illustrando la mission del servizio offerto mentre a spiegare strumenti e finalità del piano è stata  la responsabile Osservatorio Microcredito e Politiche Comunitarie Tiziana Lang.  “Il progetto nasce per promuovere e diffondere il microcredito e mira, in collaborazione col Ministero del lavoro, a rafforzare le competenze degli attori nell’intermediazione del mercato del lavoro. Lo scopo è quello di costruire una rete attorno alle nuove competenze ed aiutare il disoccupato nel mercato del lavoro. Lang ha perciò spiegato come  sia necessario stimolare nelle quattro regioni obiettivo Convergenza (Puglia, Campania, Sicilia, Calabria) dei processi per facilitare la pianificazione di politiche per il microcredito. L’esperta di microcredito ha elencato gli obiettivi specifici delle diverse linee di intervento del Progetto, le esigenze e le modalità operative per l’attuazione del progetto. Al seminario  hanno  partecipato l’assessore provinciale di Bari Sergio Fanelli, il consigliere comunale Massimo Maiorano e il segretario generale dell’ENM Riccardo Graziano che ha sottolineato come l’Ente dia il suo rilevante contributo ai soggetti istituzionali. La tavola rotonda, moderata dal giornalista di Telenorba Stefano Mastrolitti, è proseguita con i contributi di  Andrea Vernaleone, direttore generale Puglia Sviluppo, Teresa Masciopinto, referente Banca Popolare Etica, Don Domenico Francavilla, della Caritas Diocesi di Andria, Pasquale Ribezzo, segretario generale CNA Puglia, Andrea Magistrale, commercialista e revisore contabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog