Cerca

Lavoro

Evasione fiscale e reclusione

Evasione fiscale e reclusione

A carico dell’imprenditore indagato per evasione fiscale non scatta necessariamente la custodia cautelare in carcere per il solo fatto che l’indagato emette abitualmente fatture per operazioni inesistenti. E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 47979 del 2012.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog