Cerca

lavoro

Spesometro sopra i 3.600 euro

Con lo spesometro, entro il 30/4 di ogni anno gli operatori comunicano i dati delle operazioni Iva, non soggette a fatturazione ma certificate con scontrini e ricevute fiscali, di importo pari o superiore a 3.600 euro effettuate attraverso moneta elettronica (carte di credito, di debito, prepagate).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog