Cerca

Ricerca di personale

Il lavoro che c'è ma non si vede: da Lvhm a Vodafone, altre assunzioni

Il lavoro che c'è ma non si vede: da Lvhm a Vodafone, altre assunzioni

Consulenza, lusso, turismo, credito e finanza, energia, grande distribuzione e telecomunicazione. Per chi fosse ancora scettico rispetto alle circa 500 mila posizioni lavorative aperte di cui ha parlato Libero negli scorsi giorni c’è l’imbarazzo della scelta. Già avevamo parlato, per esempio, di Poste e Trenitalia, Msc e Costa Crociere, Ryanair e Fly Emirates, Uber e Trenitalia, ma l’elenco di chi assume non finisce qui. Tanto per dire, anche in uno dei settori più colpiti dalla globalizzazione, quello delle banche, le ricerche continuano nonostante la crisi.

BANCHE - C’è Banca Ifis, 28 filiali in Italia e sedi anche all’estero, in Polonia, Romania, Ungheria e India, che offre lavoro in tutt’Italia. Le ultime (basta andare sul sito nella sezione “Lavora con noi”) puntano su nuovi sviluppatori commerciali in Campania, Puglia, Abruzzo, Marche, Toscana e Umbria e prevedono un contratto a tempo determinato uno più uno, un salario variabile e la macchina aziendale. Ma sono aperte le selezioni anche per le figure di addetto al servizio segnalazione e anagrafe (richiesta esperienza pregressa nel ruolo), junior Risk manager (è titolo preferenziale una precedente esperienza in unità di risk management e la conoscenza del software Sas) e Credit Analyst a Venezia, di Credit manager a Brescia e a Vicenza (laurea in materie economiche o Diploma di Ragioneria con 3-4 anni di esperienza) e di analista funzionale a Mestre (laurea in materie economiche oppure ingegneria gestionale, esperienza pregressa di almeno 3/5 anni e buone doti relazionali).
Il Gruppo Bnp Paribas, invece, cerca posizioni di alto profilo da inserire nella direzione generale: due credit analyst (laurea in Economia o Scienze quantitative, 3-5 anni di esperienza, sede di lavoro a Milano), un gestore del contenzioso (preparazione legale, 2-3 anni di esperienza), una posizione da inserire nel team “Pianificazione e controllo di gestione” (per IFItalia, sede di Milano), un analista crediti (sempre per la sede milanese di IFItalia) e un “Tax specialist” (per Bnl, 3-5 anni di esperienza in ambito fiscale/tributario). Inoltre sonno aperte diverse posizioni per stage (info su www.job.bnl.it)
Alla Banca Mondiale, infine, stanno selezionando giovani laureati per svolgere tirocini retribuiti a Washington. I percorsi di formazione e lavoro negli Stati Uniti sono distinti tra stage estivi e stage invernali, hanno una durata minima di 4 mesi e ogni anno coinvolgono circa 150 - 200 tirocinanti. Gli interessati (che stanno seguendo un percorso di studio post laurea come un master, oppure studenti universitari che hanno completato la laurea triennale e stanno seguendo la specialistica o il dottorato) possono candidarsi online dalla sezione dedicata alle carriere, compilando l’apposito form disponibile sul portale World bank lavora con noi. Un’ottima opportunità per farsi un’esperienza internazionale di altissimo livello qualitativo.

LUSSO - Dal credito al lusso il passo è breve. E così si arriva fino a Lvmh (Louis Vuitton Moet Hennessy) che in Italia è a caccia di personale per vari livelli di carriera, a partire dai giovani anche senza esperienza, diplomati e laureati. L’obiettivo finale è l’assunzione a tempo indeterminato presso varie sedi in Lazio e Lombardia. La richiesta? Visto il contesto internazionale, almeno la conoscenza della lingua inglese. Si parte dalla ricerca di Legal Counsel, Distribution Controller, Retail Training Manager Europe& Middle East, Content Manager, Accessories Controller, Assistant Store Manager e IS&T eCommerce Manager a Roma e di Counter Coordinator, Sales Assistant, Senior Controller e International Trainer presso la sede di Milano.
Moncler poi cerca nel settore Retail un Sales Assistant e un Seasonal Sales Assistant, nel comparto Operations&supply chain è a caccia di figure tecniche di modellisti, prototipisti e tecnici qualità.

GDO, TURISMO E TLC - Vuol continuare a crescere anche la catena di supermercati, ipermercati e centri commerciali Bennet (1.100 negozi e circa 8.000 dipendenti). E cerca sia candidati esperti che giovani al primo impiego per i quali sono disponibili tirocini o percorsi di formazione on the job. Le figure? Si inizia con gli addetti alla vendita (per esempio in province di Alessandria, Bergamo, Biella, Brescia, Como, Cuneo, Ferrara ecc.) e si arriva fino ai cassieri, agli specialisti per i reparti freschi, agli allievi direttori, ai farmacisti e agli addetti alla sala regia per la manutenzione degli impienti, con sede a Montano Lucino (Como).
Mentre per chi ha più attitudine al mondo dei viaggi e delle vacanze organizzate ci sono le offerte di lavoro di Alpitour. Novemila agenzie, 400 collaboratori e circa 32 milioni e mezzo di clienti per una delle maggiori agenzie del Paese. Le posizioni aperte? Addetti Booking a Torino e Milano (si occuperanno di vendere i pacchetti vacanze ai clienti, interfacciandosi telefonicamente con la clientela) e di stage sempre nel capoluogo lombardo (giovani laureandi e neolaureati, da inserire in un percorso di formazione on the job nel settore turistico, attraverso tirocini della durata minima di 3 mesi).
Vodafone poi continua anche per il 2015 il “Discover Program” rivolto a circa 80 giovani. Il programma è rivolto a tutti i giovani neolaureati e laureandi, con un brillante curriculum accademico, un’ottima conoscenza della lingua inglese, preferibilmente con esperienze all’estero e non più di un anno di esperienza nel mondo del lavoro.  Ultimato il processo di selezione i giovani verranno assunti direttamente con contratto a tempo indeterminato all’interno di Vodafone Italia. È possibile candidarsi attraverso il portale web dedicato http://www.lavoraconnoi.vodafone.it/studenti-e-neolaureati/

di Tobia De Stefano e
Antonio Spampinato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    02 Dicembre 2014 - 11:11

    Parlate di lavoro e tirate fuori le banche? Continuate a dire che il lavoro c'è ma che gli italiani nn lo vogliono. Allora cominciate pure a valutare quali sono i salari offerti che possono essere accettati solo x rabbia di fame e che nn garantiscono certo il futuro. Grazie al Job acts questa situazione peggiorerà. I salari caleranno e i lavoratori entreranno in concorrenza tra loro. Un disastro.

    Report

    Rispondi

  • elmar

    02 Dicembre 2014 - 10:10

    Peccato che questi posti di lavoro tanto decantati sono per i nuovi schiavi, vengono assunti per pochi mesi con contratti a progetto a 500 euro al mese , ragazzi diplomati e laureati. Lo dico per conoscenza diretta, una ragazza con 2 lauree a 110 e lode entrambe, l'unica occasione in italia è stato un contratto a progetto a 500 euro al mese. Adesso è emigrata in francia.

    Report

    Rispondi

blog