Cerca

Laurea inutile

Lavoro, Uil: tra 10 anni la laurea non servirà, gli operatori di call center più ricchi dei docenti

Lavoro, Uil: tra 10 anni la laurea non servirà, gli operatori di call center più ricchi dei docenti

Dalla Uil TraScuola arrivano le previsioni sull'evoluzione degli stipendi dei docenti italiani. Massimo Di Menna avverte la popolazione italiani sulla situazione futura degli insegnanti: probabilmente converrà lavorare in un call center piuttosto che investire nella propria istruzione e andare ad insegnare nelle scuole. Ma ora il problema interessa sia i docenti più giovani che quelli più anziani. Il meccanismo che era in vigore fino a pochissimo tempo fa prevedeva uno stipendio iniziale (netto) di 1.200 euro, ed uno finale di circa 1.700-1.900 euro, a seconda dell'ordine di scuola.

L'evoluzione involuzione - Ma con i contratti firmati nel 2011, la situazione è già completamente diversa. Per garantire le nuove assunzioni lo stacco stipendiale è stato spostato al nono anno di servizio. Ma chiaramente oltre al danno c'è la beffa e il suddetto scatto sarà ben poca cosa, circa un terzo di quello garantito fino ad oggi. E, calcolatrice alla mano, ci si aggirerà ad un aumento massimo dai 1.200 iniziali a 1.400 euro. Solo i più meritevoli, forse, riusciranno ad arrivare a 1.600-1.700 euro. In definitiva il Piano Renzi porterà gli insegnanti della scuola italiana, che si impegnano a formare i nostri ragazzi, ad avere salari simili a quelli di un operatore di call center. Sicuramente nei prossimi 10 anni si avrà un calo di interesse in questa professione e una fuga di cervelli sempre maggiore. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog