Cerca

lavoro

Notai, test efficienza per atti fuori sede

Notai, test efficienza per atti fuori sede

Il notaio che stipula molti atti fuori sede è tenuto a dimostrare l’efficienza dei lavori preparatori di tali atti, non essendo rilevante la rispondenza del comportamento del professionista ai doveri deontologici. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 8493 del 27 aprile 2015, ha accolto il ricorso del Consiglio notarile riunito di Trento e Rovereto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog