Cerca

Cattiva valutazione

Riforma della PA, Madia: "Dirigenti pubblici licenziabili per demerito"

Riforma della PA, Madia: "Dirigenti pubblici licenziabili per demerito"

Marianna Madia è pronta a cambiare il disegno di legge sulla pubblica amministrazione che deve essere approvato dalla Camera. L'intenzione del ministro è quello di effettuare un nuovo giro di vite sui contratti dei dirigenti pubblici che con la riforma potranno essere licenziabili per demerito. Dopo aver spiegato che i manager statali verranno assunti solo per concorso e che non ci saranno più avanzamenti di carriera automatici, il ministro Madia, ha puntualizzato che gli stessi saranno valuti da un organismo "sul modello della commissione Saccomanni sulle partecipate", ovvero "formata da persone autorevoli di provata professionalità e fuori da qualsiasi meccanismo che possa essere discrezionale".

Cattiva valutazione - Intervenendo in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, il ministro ha precisato che "non basterà essere privi di incarico per decadere dal ruolo unico" e quindi diventare licenziabili "ma deve esserci stata una cattiva valutazione". "Non si lascerà fare al caso, perché quello che conta è il demerito", ha spiegato Madia specificando che l'intenzione del governo era quella di chiarire il punto "nel decreto attuativo", visto che l'attuale testo della delega che per ora parla solo di decadenza dal ruolo unico a seguito di un determinato periodo di collocamento in disponibilità". "Se ci sarà bisogno potremo anche precisarlo alla Camera", ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lucas1963

    15 Maggio 2015 - 17:05

    Encomiabile idea, peccato che non si realizzerà nulla, così come è avvenuto per le Province (non s'è spostata una poltrona d'un centimetro!), il Senato, i Vitalizi, le pensioni d'oro ecc ecc. Questo paese è allo sfacelo e mentre affonda l'orchestra continua a suonare (vedi Titanic).

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    14 Maggio 2015 - 15:03

    pensate a stabilire un massimo dello stipendio, un tot di volte lo stipendio minimo di un dipendente pubblico

    Report

    Rispondi

  • encol

    14 Maggio 2015 - 14:02

    Ma come è possibile cadere tanto in basso. Come è concepibile che un popolo si lasci prendere per il naso da 4 sbarbatelli male in arnese, catapultati sul seggiolone non si sa per quali meriti- Una roba che non succede neppure tra le tribù del centro Africa-

    Report

    Rispondi

  • baffodoro

    14 Maggio 2015 - 14:02

    Brava , bravissima, ma arriva almeno a mandarne a casa la metà! Tanto NON servono a niente fuorché a dare fastidio e dare burocrazia ingarbugliata e noiosa! A loro serve la burocrazia perché NON hanno capacità di FARE senza LEGGERE come devono muoversi! Non sono capaci di essere utili e pure indesiderati!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog