Cerca

Fare carriera

Il miglior lavoro del 2015? L'attuario, il mestiere senza disoccupati

Il miglior lavoro del 2015? L'attuario, il mestiere senza disoccupati

In un momento storico in cui trovare un lavoro fisso e retribuito assume le sembianze della ricerca al Sacro Graal, c'è una professione che sta vivendo il suo momento d'oro. Certo, per poterlo fare devi avere un cervello grande così, ma offre una prospettiva sicura e in costante crescita. Si tratta dell'attuario, il mestiere che il Fatto quotidiano definisce come quello senza disoccupati. Negli Stati Uniti è stato eletto nel 2015 come il miglior lavoro secondo la classifica del sito careercast.com, un portale di ricerca di lavoro globale.

Cos'è - Ma in che cosa consiste il lavoro dell'attuario? Gli attuari prevedono il futuro di fenomeni economico-finanziari molto labili, fanno analisi statistiche e valutazione dei rischi. Gli ambiti in cui si spende questo mestiere sono quello delle assicurazioni, delle banche, dei fondi pensioni e dei prodotti finanziari. Per poterlo fare però è necessaria una laurea in finanza, o in scienze attuariali o in statistica. A un anno dalla laurea solo il 10% dei neolaureati che intraprendono questa strada si ritrova senza lavoro. E comunque, anche questo misero decimo prima o poi riesce a ricoprire una posizione lavorativa soddisfacente. Il compito degli attuari è di suggerire i migliori investimenti, prevedendo i tassi di rischio dell'intraprendere una determinata azione. Non c'è un salario minimo per questo tipo di professionalità, dipende da lavoratore a lavoratore, ma le testimonianze di neolaureati fanno sperare bene: dai 1300 euro mensili in su, dopo aver fatto qualche mese di tirocinio, qualche altro con un contratto a tempo determinato, per poi approdare al tanto agognato indeterminato. Certo, per intraprendere questa carriera dovete amare la matematica, la finanza e la statistica. Perché poi i numeri dovrete darli per tutta la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    08 Settembre 2015 - 09:09

    Quello più sicuro che non vuole fare nessuno?Il necroforo seppellitore.Ti danno casa,corrente,gas acqua gratis.Niente affitto.gratis anche quello.Straordinario?Quanto se ne vuole.La morte non ha orari ed arriva all'improvviso.Mance?più di uno stipendio.Esentasse.

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    31 Agosto 2015 - 08:08

    haa, per 1300 euro al mese devo laurearmi con lauree spacca cervello, fare tirocinio da qualche usuraio prestasoldi, il piciotto gratis poi per il recupero, ed aspettare un anno per lavorare raccomandato per qualche banca o assicurazione a contratto cococo?!, non è meglio senza studiare niente specializarsi in agenzie funebri e bechinaggio, fra poco sarà il mestiere più in voga in tutta europa.

    Report

    Rispondi

  • Caldera Rinaldo

    30 Agosto 2015 - 11:11

    non mi interessa

    Report

    Rispondi

  • acamsmacat

    30 Agosto 2015 - 11:11

    Il mestiere che non conosce crisi, dove c'è molta richiesta di manodopera, sapete quale è? NO? All'ora ve lo dico io; il mestiere che non conosce crisi è........................il PRETE. Ahahahahah. E tra pochi anni sarà l'imam.

    Report

    Rispondi

    • allianz

      08 Settembre 2015 - 09:09

      Vero.Stipendiato dallo stato,in chiesa tutto il giorno.Mangia e beve gratis.Mance tante.Per tre Paternoster e due Ave Maria il prete senza soldi non canta messa.Però il becchino è meglio.Non ci sono problemi di disoccupazione.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti