Cerca

lavoro

Troppe malattie, no a licenziamento

Troppe malattie, no a licenziamento

Le malattie ripetute del dipendente legittimano il licenziamento per giustificato motivo oggettivo solo se il datore di lavoro è in grado di provare l'inutilità della prestazione lavorativa. La prova deve essere relativa ai giorni nei quali il dipendente è presente. Lo ha deciso il tribunale di Milano (ord. 26212/2015).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog