Cerca

lavoro

Toscana, 15 mln per centri impiego

Toscana, 15 mln per centri impiego

Firenze, 10 nov. - (Labitalia) - La Giunta regionale della Toscana ha stanziato 15 milioni e 364 mila euro, già annunciati, a favore di Province e Città metropolitana per la proroga dei servizi dei centri per l'impiego provinciale e il rinnovo dei contratti del personale a tempo determinato e degli appalti esterni, fino alla fine del 2016. Una partita che coinvolge sessanta sportelli e quasi settecento lavoratori, che diventano oltre mille con i dipendenti già assunti a tempo indeterminato dalle Province che da gennaio lavoreranno per la Regione.

Nell'ambito di una seduta della giunta regionale in gran parte dedicata al passaggio e al riordino delle funzioni dalle province, è stata anche approvata una proposta di legge anche per armonizzare le competenze, ora tutte regionali, in materia di orientamento e formazione professionale, ampliando peraltro agli istituti tecnici superiori l'elenco dei soggetti che possono promuovere tirocini non curriculari e reintroducendo la disciplina dei tirocini estivi di orientamento su cui si era creato un vuoto normativo.

Aggiornato il quadro delle competenze che hanno a che fare con la forestazione, tra quelle che erano delle Province e sono tornate alla Regione che le ha a sua volta delegate a nove unioni di Comuni (una per ex provincia, tolto Firenze), quelle esercitate dai Comuni e che ai Comuni restano e quelle che sono svolte dalle Unioni di Comuni subentrate alle comunità montane. Sulla caccia e pesca la novità riguarda invece i piani faunistici venatori, che da provinciali diventano regionali. Ci sono novità anche sui mezzi di caccia consentiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog